Difficile eguagliare la bontà del limone siciliano. Vi basti pensare che per produrre un liquore ben noto in tutto il mondo vengono utilizzati solo limoni Igp di Siracusa. Quel liquore è il limoncello d’alta gamma Stock, azienda di origine triestina, che ha reso questo liquore un must nazionale. Le grandi aziende amano i prodotti siciliani e sull’isola trovano materie prime d’eccellenza.

Il limone Igp di Siracusa è stato anche utilizzato dalla Ferrero per il Kinder Cerealè con arance siciliane e limone, edizione speciale per l’Expo. Polenghi lo utilizza per i succhi, Polara per le bevande analcoliche, Serra (industria dolciaria di Novi Ligure, in Piemonte) per le caramelle. E ancora, da Osaka a New York il gelato al limone di Grom si fa con il limone di Siracusa.

Tutti pazzi per il limone Igp di Siracusa

Nicoletta Santi, consulente marketing di Stock, spiega come è nato l’amore tra l’azienda e il limone Femminello Igp:

«In effetti dagli Anni Novanta acquistiamo i limoni in Sicilia per il Limoncé che è leader del mercato. Però quello che sta succedendo nel mondo del limoncello è una cosa un po’ paradossale. Poiché è un prodotto facile da fare in assoluto era rimasto relegato in una fascia diciamo “basic”. Mancava, per questo tipo di prodotto, la versione sofisticata, quella per la quale distinguersi.

Allora ci siamo chiesti cosa avrebbe potuto far crescere la qualità del nostro limoncello nel mondo. Ovviamente la materia prima, ma doveva essere una materia prima che fosse anche distintiva. Così siamo andati a caccia delle eccellenze del limone che andassero oltre la penisola sorrentina. Volevamo distinguerci, esistono già dei “signori” limoncello prodotti con i limoni di Amalfi e Sorrento, noi volevamo far scoprire parte di un territorio meno conosciuto, un po’ meno scontato, per poter esaltare qualcosa che non fosse immediatamente riconoscibile al grande pubblico e così ci siamo rivolti alla Sicilia.

Due anni fa grazie alla collaborazione del Consorzio abbiamo scoperto il limone siciliano e abbiamo iniziato un percorso per arrivare quest’anno al limoncello prodotto esclusivamente con limone Igp di Siracusa al 100%. L’abbiamo chiamato Syramusa in onore alla città, la ricetta è completamente diversa, ha una gradazione del 28% e un diverso contenuto zuccherino per far esplodere tutta la sua freschezza agrumata.

Il limone di Siracusa era quello che ci garantiva una disponibilità di prodotto costante perché il Femminello fiorisce tutto l’anno, inoltre ha delle proprietà eccezionali e la scelta è stata perfetta. E poi, io vengo da Trieste, l’idea di avere una città sul mare con le colline che guardano il mare… Ma noi italiani ci rendiamo conto di quello che abbiamo?».