Tra i premiati della Guida Michelin 2019 c’è anche un siciliano “fuori sede”. È lo chef Lorenzo Iozzia, che si definisce un “cuciniere siciliano in terra etrusca”. Originario di Lentini, vive a Viterbo da 20 anni ed è il proprietario di Casa Iozzia, un ristorante siciliano nel cuore della campagna.

LEGGI: Tutti i siciliani della Guida Michelin 2019

Il locale fa parte di Villa San Michele, un complesso di circa 750 metri quadrati, che ospita anche l’osteria Basilicò, dove si fa cucina mista di Sicilia e di Viterbo. Non mancano, dunque, caponata, parmigiana, arancini e matriciana. La stella è arrivata in modo inaspettato. Tra i criteri che vengono tenuti in considerazione per l’assegnazione del premio, c’è la qualità del prodotto, ma pesa anche la creatività dello chef.

Lorenzo Iozzia mette nei suoi piatti la tradizione siciliana, accuratamente rivisitata, ma anche profumi e luoghi dell’isola. Ha studiato Scienze Agrarie e cucina da oltre 15 anni. Tra i suoi sogni, rivela, c’è quello di tornare in Sicilia, dove c’è la sua famiglia.