Pasta c’anciova, una ricetta della cucina cosiddetta povera per un piatto da re. L’estate è, in Sicilia, la stagione dell’astrattu, cioè del concentrato di pomodoro. In questo momento, infatti, si preparano le diverse conserve, a cominciare dalla salsa, passando attraverso fichi secchi e molte altre leccornie che allieteranno l’inverno.

Il colore e il profumo dell’astrattu sono inconfondibili. Fanno subito pensare all’estate siciliana, alle tavole di legno sotto il sole, ai momenti trascorsi in famiglia e alle gioie condivise. Vediamo come preparare questo buonissimo piatto siciliano.

Ingredienti per 4 persone

  • 400 g di bucatini
  • 200 g di concentrato di pomodoro
  • 8 acciughe sotto sale.
  • pinoli e uva passa
  • cipolla bianca
  • pangrattato
  • sale e pepe
  • olio extravergine d’oliva
  • uno spicchio d’aglio

Procedimento

  1. Mettete abbondante acqua salata in una pentola e portatela a bollore.
  2. Nel frattempo, soffriggete la cipolla, tagliata finemente, in un filo d’olio d’oliva.
  3. Aggiungete l’aglio e i filetti di acciuga, precedentemente privati di spine e sciacquati.
  4. Aggiungete i pinoli già tostati e l’uva passa.
  5. Dopo qualche minuto, aggiungete l’estratto di pomodoro e fatelo sciogliere a fuoco lento, aggiungendo un po’ di acqua calda.
  6. Aggiustate di sale e pepe secondo il vostro gusto.
  7. In una padellina tostate il pangrattato, senza farlo bruciare, e mettetelo da parte.
  8. Buttate la pasta e fatela cuocere.
  9. Unite al condimento, se necessario, un po’ di acqua di cottura.
  10. Scolate la pasta, versatela nella padella con il condimento e mescolate.
  11. Impiattate e completate con la mollica atturrata, cioè abbrustolita.
  12. Servite.

Buon appetito!