La manna è un vero e proprio tesoro del territorio siciliano. Si tratta di una sostanza ricavata dall’albero di frassino, pregiata e costosa, dalle tante proprietà benefiche. Si produce a Castelbuono e Pollina, nel Parco delle Madonie: qui si trovano i frassineti plurisecolari, eredità di una tradizione risalente alla seconda metà del Cinquecento.

Durante l’estate, gli alberi delle Madonie, non trovando acqua nel terreno, producono all’interno molta linfa, che viene fatta sgorgare attraverso alcuni tagli sulla corteccia. Un prodotto prezioso, che può fare molto per il nostro organismo.

La manna ha proprietà lassative, emollienti e anche sedative della tosse. È utile come espettorante, come decongestionante e anche per l’utilizzo contro bronchiti e faringiti. Si utilizza anche nella cosmesi naturale, poiché è un antirughe.

Nella manna pura ci sono: mannite (azione lassativa); acqua e oligoelementi; acidi organici, utili contro l’acidità del sangue; glucosio e fruttosio; mucillagini (utili per la flora batterica intestinale); resine e composti azotati (bellezza della pelle).

Ad accentuare le proprietà della manna è il fatto che è facilmente assimilabile dall’organismo. Mannite, mucillagini e acidi organici, inoltre, possono aiutare a regolare il peso, perché contribuiscono all’eliminazione di scorie e grasso in eccesso. Ancora, la manna contiene molti antiossidanti, quindi aiuta l’organismo a depurarsi.

Manna utilizzo

Prima di consumare la mamma, accertatevi di non avere né intolleranze né allergie. Per favorire la digestione potete assumere 10-15 grammi di manna pura. Come lassativo, potete scioglierne 15-20 grammi nel latte o nel tè, al mattino.

La manna migliore è la frassino cannolo, di colore bianco e a forma di stalattite.