Il terribile anticiclone africano potrebbe placarsi.

  • Meteo Sicilia, il weekend dovrebbe essere più sopportabile.
  • Sebbene l’anticiclone non sia intenzionato a lasciare lo scettro, al Sud e sulle Isole potrebbe un po’ placarsi.
  • Ecco le previsioni per i prossimi giorni.

Le temperature di queste settimane stanno mettendo a dura prova la nostra capacità di resistenza. Il Sud e le Isole Maggiori stanno facendo i conti con valori decisamente sopra la media e tutti si chiedono quando arriverà una tregua. Secondo gli esperti, il weekend del 10 e 11 luglio potrebbe essere più sopportabile: le previsioni meteo Sicilia, infatti, ci preannunciano un piccolo calo delle temperature. Questo non significa che il famigerato anticiclone africano abbia voglia di abbandonare il suo scettro, anzi! Le temperature faranno registrare un generale aumento al Centro-Nord, mentre tenderanno a scendere di qualche grado al Sud e sulle due Isole maggiori. Sabato 10 e domenica 11 luglio, dunque, ci sarà in prevalenza bel tempo. Non mancherà qualche annuvolamento serale, basso e stratiforme, comunque limitato alla Sicilia occidentale. Le temperature dovrebbero attestarsi su valori più “normali” per il periodo, non superando i 35°C. Ma vediamo gli ulteriori dettagli.

Meteo Sicilia: le previsioni

Anche nella giornata di domenica 11 luglio la situazione rimarrà più o meno invariata, quindi farà ancora caldo. A quando pare, però, dalla prossima settimana cambierà il panorama meteorologico con una prima brusca frenata all’estate. La prima grande variazione potrebbe arrivare mercoledì 14 luglio, quando una profonda depressione potrà intaccare la forza dell’anticiclone, portando aria fresca e temporali. Potrebbe anche iniziare una fase un po’ turbolenta. A portare questo deciso cambiamento nelle condizioni meteo Sicilia potrebbe essere una vasta area depressionaria, posizionata tra Groenlandia e Islanda. Spinta dalle correnti d’aria di matrice polare marittima, dovrebbe arrivare sul Mediterraneo all’inizio della prossima settimana. Se questo quadro venisse confermato, le conseguenze sarebbero maltempo e temperature più basse. Una condizione per nulla anomala: ecco perché.

Come insegnano gli esperti, spesso, dopo le “fiammate” di caldo africano nei bassi strati dell’atmosfera ristagnano ingenti quantità di umidità e calore. Queste sono come un’energia pronta a sviluppare eventi estremi. In seguito, al primo refolo fresco in quota, l’aria calda che sale favorisce la formazione di temporali particolarmente violenti. Ovviamente questo quadro potrà essere confermato solo nei prossimi giorni: lo scopriremo con i nuovi aggiornamenti del meteo Sicilia.

Articoli correlati