Anche quest’anno gli esperti de L’Espresso hanno girato l’Italia alla ricerca dei migliori ristoranti. È uscita la guida “I ristoranti e i vini d’Italia 2020”, che raccoglie il meglio della ristorazione del Bel Paese.

Ovviamente, non mancano i locali siciliani: sono ben 41 i ristoranti di Sicilia premiati con i cappelli, cioè il riconoscimento assegnato alle eccellente. In generale, la guida assegna un punteggio che va da 1 a un massimo di 5 cappelli.

Vediamo insieme quali sono i migliori ristoranti siciliani secondo L’Espresso.

Due locali hanno ottenuto 4 cappelli: sono il Duomo di Ragusa Ibla e La Madia di Licata (Ag). Tre cappelli, invece per Locanda Don Serafino a Ragusa, Accursio a Modica, I Pupi a Bagheria (Pa) e The Ashbee Hotel St. George a Taormina (Me).

Due cappelli per Hotel Villa Carlotta – La Fenice, Belmond Grand Hotel Timeo – Otto Geleng, La Capinera, Bye Bye Blues, Hotel Capofaro – Malvasia Resort, Hotel Signum, Hotel Relais Briuccia,– Capitolo Primo, Hotel Therasia Resort, Il Cappero e Vota Vota.

Portano a casa un cappello, invece, L’oste e il Sacrestano, Fattoria delle Torri, Taverna Migliore, Hotel Belmond Villa Sant’Andrea – Oliviero, Villa Antonio, Gagini, Hotel Villa Igiea – Cuvèe du Jour, Osteria dei Vespri, Palazzo Branciforte, Al Fogher, Boutique Resort Donna Carmela – La cucina di Donna Carmela, Hotel Zash, Vicari, Hotel Antica Filanda, Hotel Villa Neri – Le Dodici Fontane, Shalai, Hycesia Isola di Panarea, Il Bavaglino, La Foresteria – Planeta, Locanda Gulfi, Modì, Sapio, Serisso 47, Terrazza Costantino, Coria e Crocifisso.

In foto uno dei piatti di Ciccio Sultano