Per appena una manciata di voti, Palazzolo Acreide non è diventato Borgo dei Borghi 2019. Il borgo in provincia di Siracusa si è piazzato al secondo posto dietro Bobbio, in provincia di Piacenza.

Nella settima edizione della grande gara, si sono sfidate ben 60 località, tre per ogni regioni. Per la Sicilia erano in lizza Castelmola, Gangi e Palazzolo Acreide. La finale si è svolta ieri, domenica 20 ottobre, e il comune siracusano ha lottato fino all’ultimo. A decretare il vincitore, sono stati sia i giudici (Philippe Daverio, Margherita Granbassi e Mario Tozzi), sia la giuria popolare, con il televoto.

Il secondo posto rimane comunque un eccellente risultato per la Sicilia e per Palazzolo Acreide, che ha conquistato il maggior numero di consensi da parte del voto popolare. Il borgo potrà comunque riprovare il prossimo anni. La bellezza di questa località siciliana è indiscussa: l’Unesco l’ha inserita nell’elenco del Patrimonio dell’Umanità, con altre 7 città del Val di Noto.

Palazzolo Acreide offre tanti angoli suggestivi, piazze candide, chiese barocche e decorate, scalinate e palazzi nobiliari con i famosi mascheroni di pietra, che qui si chiamano “cagnoli”. Sorse vicino all’antica Acre, piccolo e ben difeso sperone roccioso, in posizione strategica di controllo sul territorio e sulle vie di comunicazione.

Foto Wikipedia – Credits