Tra i 12 comuni italiani scelti c’è l’isoletta siciliana.

  • Smarter Italy è promosso da tre ministeri ed è finalizzato alla realizzazione di servizi innovativi nei settori della mobilità, ell’ambiente, del benessere dei cittadini e della cultura.
  • L’unico comune siciliano incluso è quello di Pantelleria.
  • Ecco di cosa si tratta.

Tra i 12 Comuni italiani scelti da tre Ministeri per il programma Smarter Italy, a rappresentare la Sicilia ci pensa l’isola di Pantelleria. Il programma è promosso dal ministero dello Sviluppo economico, dal ministero dell’Università e della ricerca e dal ministero per l’Innovazione tecnologica e la digitalizzazione, per realizzare servizi innovativi in diversi settori. L’obiettivo è identificare soluzioni che possano essere applicate su larga scala, ma a partire da piccole sperimentazioni sulle quali costruire protocolli, regolamentazioni e soluzioni di best-practice da replicare in altri contesti.

I “borghi del futuro” di Smart Italy sono:

  • Alghero
  • Bardonecchia
  • Campobasso
  • Carbonia
  • Cetraro
  • Concorezzo
  • Ginosa
  • Grottammare
  • Otranto
  • Pantelleria
  • Pietrelcina
  • Sestri Levante

“Il Programma “Smarter Italy” coinvolge non solo grandi città ma anche piccoli borghi, ricchi di cultura, dove nuove tecnologie, prodotti e servizi innovativi possono essere utili per contrastare il rischio spopolamento. L’iniziativa mette a disposizione, con la collaborazione tra pubblico e privato, soluzioni per nuovi servizi per la mobilità, la cultura, il benessere e la cura della persona e la salvaguardia dell’ambiente. Le opportunità di crescita per le comunità grazie alla tecnologia, con benefici per aziende e cittadini, devono poter nascere e svilupparsi in qualunque luogo del nostro Paese, anche nei piccoli borghi.” Questo il commento di Paola Pisano, ministro per l’Innovazione tecnologica e la digitalizzazione.

Foto: JC Maccotta

Articoli correlati