La pasta cù l’agghia è la pasta al pesto trapanese. Questo condimento differisce dal classico pesto genovese, perché utilizza ingredienti diversi. A essere valorizzati maggiormente, nella versione siciliana, sono l’aglio, i pomodori e le mandorle. Naturalmente non manca il basilico, ma a rubargli la scena ci pensa il resto.

Per ottenere un risultato perfetto, vi consigliamo di utilizzare le busiate trapanesi, un formato tipico del territorio. Vediamo insieme come cucinare la pasta cù l’agghia, a cominciare dagli ingredienti per 4 persone.

  • 400 g di pasta
  • 1 kg di pomodori maturi
  • 4 spicchi d’aglio
  • 100 g di mandorle pelate e tostate
  • 1 mazzetto di basilico
  • olio extravergine d’oliva
  • pecorino grattugiato
  • sale e pepe

Ed ecco il procedimento, passo dopo passo, per cucinare la pasta al pesto trapanese.

  1. Sciacquate i pomodori e tuffateli in acqua calda per 5 minuti.
  2. Pelateli, privateli dei semi e tritateli grossolanamente.
  3. Pestate a lungo le mandorle con una presa di sale, nel mortaio.
  4. Mettete la granella in una terrina e mettete nel mortaio l’aglio, il basilico e poco sale.
  5. Riprendete a pestare, fino a ottenere un composto omogeneo.
  6. Unite il pomodoro e lavorate ancora con il pestello, in modo che gli ingredienti siano ben amalgamati.
  7. Versate il pesto nella ciotola con le mandorle.
  8. Incorporate 1 bicchiere d’olio, il sale e un’abbondante spolverata di pepe.
  9. Mescolate e lasciate riposare per un paio d’ore.
  10. Lessate la pasta in acqua bollente salata.
  11. Scolatela al dente e conditela con la salsa preparata.
  12. Servite, accompagnando con il pecorino grattugiato.

Buon appetito!