Se vi trovate dalle parti di Siracusa, in particolare a Sortino, non potete non assaggiare il pizzolo (pizzòlu). Si tratta di un prodotto tipico della cucina dell’isola: è una sorta di pizza tonda, farcita all’interno e condita con olio, origano, pepe, formaggio e sale.

I ripieni sono i più disparati: spinaci, melanzane, peperoni, carne di ogni tipo, prosciutto crudo e scamorza. In alcuni casi, ai può anche optare per la doppia farcitura: il pizzolo, in questo caso viene condito in due modi diversi.

Il nome deriva da una grossa pietra di forma ovoidale, che richiamerebbe la concezione greca della ciclicità della vita. Il pizzolo sarebbe legato alle focacce rituali diffuse in epoca greco-romana. Nel corso dei secoli si è affermato come tipico pane contadino, un piatto povero che veniva farcito con ciò che si aveva.

La notorietà del pizzolo, però, arriva molto più avanti. Alcuni sortinesi emigrarono nel nord Europa in cerca di fortuna, aprendo delle pizzerie specializzandosi nella preparazione di pizze farcite. Al ritorno in Sicilia, negli anni Ottanta, continuano a preparare i pizzoli, che riscuotono un enorme successo. Il boom arriva negli anni Novanta.

Pizzolo ricetta

Dopo questa doverosa introduzione, passiamo alla ricetta del pizzolo. Vi diamo la ricetta per la focaccia, lasciandovi la scelta di come condirla. Iniziamo dagli ingredienti.

  • 150 g di farina per pizza
  • 50 g di farina integrale
  • 110 ml di acqua tiepida
  • 2 cucchiaini di zucchero
  • 1/3 di bustina di lievito disidratato
  • grana grattugiato
  • timo
  • olio extravergine d’oliva

Ed ecco il procedimento per preparare il pizzolo.

  1. Disponete le farine in una ciotola, e sulla spianatoia versate le farine al centro e aggiungete il lievito disidratato e lo zucchero
  2. Versate l’acqua tiepida a poco a poco e impastate con le mani
  3. Rimettete l’impasto ben lavorato nella ciotola dopo aver unto i bordi con un po’ d’olio
  4. Lasciate a lievitare per almeno 3-4 ore, in un luogo caldo
  5. Prendete una teglia da pizza e ungetela leggermente con olio
  6. Stendete il vostro impasto omogeneamente, in modo che sia alto più o meno un centimetro
  7. Infornatelo a 200° per almeno 15-20 minuti
  8. Quando il pizzolo sarà cresciuto un po’ e si sarà un po’ colorato, uscitelo dal forno e fatelo raffreddare per 5-10 minuti
  9. Con un coltello tagliate il pizzolo in due facendo molta attenzione a non romperlo
  10. Farcitelo secondo il vostro gusto con salumi, carne, formaggi o verdure
  11. Chiudete il pizzolo e bagnate la parte superiore con poco olio, mettendo anche il grana grattugiato e il timo
  12. Rimettete in forno per circa 10 minuti, a 220°
  13. Sfornate e gustate.

Buon appetito!

Foto di AzotoliquidoOpera propria, Pubblico dominio, Collegamento