Il polpo bollito alla palermitana è perfetto nella sua semplicità. Una ricetta che permette di gustare tutto il sapore del mare, fatta di pochi ingredienti semplici, che si combinano alla perfezione.

Tradizionalmente, negli anni Cinquanta il polpo bollito veniva venduto a Mondello, celebre borgata marinara del capoluogo, nelle bancarelle che lo preparavano sul momento. Veniva cucinato in grandi pentoloni, per la gioia dei clienti, che lo gustavano sul lungomare. Oggi lo si può mangiare in tantissimi ristoranti, ma anche nei mercati storici di Palermo.

Come fare il polpo bollito ricetta siciliana

Ingredienti

  • Polpo fresco
  • 2 o 3 limoni
  • Prezzemolo fresco
  • Olio extravergine d’oliva
  • Sale

Procedimento

  1. Lavate bene il polpo e mettetelo in una pentola con l’acqua.
  2. Aggiungete il sale e portate a ebollizione.
  3. Il polpo sarà pronto quando diventerà tenero. Potete verificare la cottura con una forchetta.
  4. Scolate e adagiate il polpo su un tagliere.
  5. Fate freddare e tagliate i tentacoli, quindi aprite a metà la testa, privandola delle parti non commestibili.
  6. Condite con olio, succo di limone e prezzemolo.
  7. Servite, guarnendo con spicchi di limone e altro prezzemolo.

Buon appetito!

Foto: Gianni Cocuzzoli

Articoli correlati