Le frittelle siciliane dell’11 novembre

  • Sfinci di San Martino ricetta tradizionale siciliana.
  • Soffici e golose, hanno un ingrediente segreto! Una tira l’altra.
  • Come si preparano in casa: ingredienti e procedimento.

Quando arriva la giornata dell’11 novembre, i siciliani sanno bene che arriva anche quel momento in cui potranno gustare alcuni dei dolci più buoni della loro pasticceria. La Festa di San Martino è un momento molto sentito e legato ad alcune specialità dolciarie della tradizione, come quella che vi presentiamo oggi.

Sfinci di San Martino cosa sono

Gli Sfinci di San Martino sono frittelline morbidissime, ricoperte di zucchero. Vengono preparate con un impasto a base di patate, che le rende ancora più morbide. A seconda della parte di Sicilia in cui si servono, possono includere ingredienti diversi, ma ciò che non cambia è la loro innegabile bontà. Prima di scoprire la ricetta, vediamo cosa le rende uniche.

Per preparare le frittelle siciliane di San Martino, avete bisogno di pochi e semplici ingredienti. Molto probabilmente avete già tutto in dispensa e non c’è da stupirsi. La ricetta, infatti, appartiene a quella cucina “rustica” della tradizione povera, che sapeva ingegnarsi. Partendo da pochi prodotti, ma combinandoli ad arte, si ottiene un capolavoro.

Sfince siciliane, le frittelle dolci o salate

Le Sfince o Sfinci sono tipiche di molti periodi dell’anno. Le si consuma a novembre, per la Festa di San Martino, ma anche l’8 dicembre, per l’Immacolata Concezione, o a febbraio, quando arriva il Carnevale. Le Sfince più conosciute (e più grandi!) sono quelle di San Giuseppe, ma si tratta di tutt’altro (e ne riparleremo il 19 marzo!).

Esistono davvero tante ricette per fare le Sfince e non tutte hanno le patate. Possono essere dolci o salate, includendo ad esempio formaggio o acciughe. Non è inusuale, poi, chiamarle con nomi diversi. Insomma: anche in questo caso, la creatività sicula in cucina non conosce limiti. Per mettere un po’ di ordine, dunque, cuciniamo le Sfince di San Martino.

Ricetta degli Sfinci di San Martino

Ingredienti

  • 300 g di patate;
  • 250 g di farina di grano duro;
  • 250 g di farina 00;
  • 60 g di zucchero;
  • 50 g di burro ammorbidito;
  • 2 uova;
  • Circa 300 ml di latte;
  • 1 scorza d’arancia non trattata;
  • 1 bustina di vanillina;
  • 12 g di lievito di birra fresco;
  • Olio per friggere;
  • Zucchero semolato (o zucchero a velo);
  • Cannella in stecca (o in polvere).

Procedimento

  1. Per fare gli Sfinci di San Martino dovete anzitutto bollire le patate.
  2. Passatele con lo schiacciapatate e raccoglietele in un contenitore abbastanza capiente.
  3. Aggiungete le due farine, lo zucchero e il burro morbido (tagliato a pezzetti). Cominciate a impastare.
  4. Quando il burro si sarà ben amalgamato, aggiungete le uova, la vanillina e la buccia grattugiata dell’arancia.
  5. Unite anche un po’ di cannella e il lievito sbriciolato.
  6. Aggiungete il latte tiepido, regolandovi per raggiungere una consistenza morbida. Ve ne serviranno circa 300 ml.
  7. Coprite l’impasto e fate riposare in un luogo tiepido, facendolo lievitare: deve raddoppiare il suo volume. Ci vorrà circa 1 ora e mezza.
  8. A questo punto, dovete avere un impasto spugnoso.
  9. Friggetelo a cucchiaiate: prelevatene una alla volta e, con l’aiuto di un dito, fatele scivolare nell’olio. Ricordate che le sfince devono galleggiare, mentre cuociono.
  10. Rigiratele, facendole dorare bene da tutti i lati.
  11. Scolatele e mettetele su carta assorbente, quindi passatele nello zucchero, facendole aderire bene. Potete anche optare per lo zucchero a velo, messo prima di servirle.

Buon appetito! – Foto: Eugene PeretzLicenza.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati