Ryanair riprende i collegamenti da e per l’aeroporto di Trapani Birgi. Già dal 21 giugno è stato ripristinato il volo su Bologna e dal primo luglio verranno incrementati ulteriormente il numero di rotte e la loro frequenza, come parte integrante dell’operativo per l’estate 2020.

La ripresa dei collegamenti è un segnale positivo per l’economia e il turismo regionale, ma offre anche l’opportunità di favorire i flussi di passeggeri business e leisure dall’aeroporto di Trapani verso le altre regioni italiane, e verso la Germania. L’operativo da e per l’aeroporto di Trapani include in tutto 4 rotte. Tre delle rotte sono nazionali – Bologna, Pisa, Milano Bergamo – e una internazionale – Baden-Baden.

Per incentivare le partenze e contenere i costi del viaggio, l’aeroporto di Trapani Birgi ha introdotto una tariffa di soli 3,50 euro giornalieri per il parcheggio dell’automobile per tutta la stagione estiva.

“Che una compagnia aerea importante come Ryanair torni ad essere presente nel nostro aeroporto, oltre ad essere una grande soddisfazione – sottolinea Salvatore Ombra, presidente di Airgest – è di grande auspicio. Per i trapanesi, infatti, Ryanair è legata al periodo d’oro del nostro scalo, quando a volare erano circa due milioni di passeggeri.

Ci auguriamo che le relazioni commerciali con la compagnia crescano ulteriormente e che, anche grazie a ciò, sempre più turisti possano apprezzare i nostri paesaggi naturali, i nostri monumenti riconosciuti nel mondo, e il nostro cibo e il nostro vino”.

“Con l’allentamento delle restrizioni negli spostamenti, la voglia di viaggiare si fa sempre più forte, come confermano i recenti dati di traffico sul nostro sito. L’Italia risulta essere tra le destinazioni turistiche più ricercate dai visitatori europei e tra gli utenti italiani tra le mete più popolari, oltre al Bel Paese, c’è sicuramente la Germania”, si legge in una nota della compagnia aerea.