Si chiama Aranciata di Modica o Aranciata Modicana, ma non si beve. É un dolce della tradizione, una sorta di “torrone” (ma tra virgolette – e scoprirete perché), che si prepara con le scorze di arance siciliane, che vengono cotte nel miele. Una preparazione aromatica, che accompagna le festività natalizie, ma si conserva a lungo. Scopriamola meglio, insieme alla ricetta per farla in casa.

Aranciata di Modica, la ricetta particolarissima

Parlare di pasticceria siciliana, è come fare un viaggio che non finisce mai. Le ricette della tradizione incontrano quelle rielaborate in chiave moderna; le preparazioni di una volta continuano a essere fatte nel rispetto delle antiche usanze, mantenendo intatto il loro sapore. Delizie per il corpo e dello spirito che, grazie alla loro bontà, sono diventate famose in tutto il mondo.

Oggi facciamo tappa a Modica, in provincia di Ragusa, per parlare di un dolce che, sì, si chiama Aranciata, ma non si beve. Si tratta, infatti, di una specie di torrone (ma occhio a chiamarlo proprio torrone), a base di scorze di arancia cotte nel miele e aromatizzate. Le ricette possono anche includere mandorle e frutta secca.

L’Aranciata di Modica si prepara di solito durante le festività del mese di dicembre. Perfetta per terminare un pasto, si può anche usare al posto dello zucchero, per dolcificare bevande calde, come tè e tisane. Insomma, è davvero una “chicca” da provare.

Ne esiste anche una versione a base di cedro: la Cedrata. Fino a qualche decennio fa si confezionava non solo a Natale, ma anche per la festa di San Giuseppe. A Scicli, ad esempio, c’era la tradizione di offrire “cuori” di cedrata e aranciata. Le scorzette lucide di zucchero era come degli splendidi decori.

Come avrete già intuito, si tratta di un dolce davvero “barocco”, che con quella forma di cuore mandava anche un bellissimo messaggio d’amore. I figli, ad esempio, lo regalavano ai genitori, ma la verità è che con il suo gusto ha sempre conquistato grandi e piccini.

Fare in casa l’Aranciata Modicana non è difficile. Servono pochi ingredienti e poco impegno. Dato che si utilizza la scorza delle arance, ovviamente, il consiglio è di usare agrumi non trattati e privi di sostanze chimiche sulla superficie. La nostra bellissima Sicilia è ricca di prodotti genuini ed eccezionali, non dimentichiamolo!

Ricetta dell’Aranciata dolce di Sicilia

Ingredienti

  • 200 g di scorze di arance non trattate (la buccia deve essere non lucidata e priva di sostanze chimiche);
  • 200 g di miele;
  • Aroma di vaniglia;
  • Cannella in polvere.

Procedimento

  1. Per fare l’aranciata di Modica, dobbiamo anzitutto lavare bene le scorzette degli agrumi, quindi tagliarle a striscioline.
  2. Mettiamole in un pentolino insieme al miele, alla cannella e alla vaniglia.
  3. Facciamo cuocere sulla fiamma a fuoco basso, per alcuni minuti e mescolando molto bene.
  4. Terminata la cottura, stendiamo il composto ottenuto su una base foderata di carta da forno.
  5. Appiattiamo bene il composto a base di arance.
  6. Lasciamo solidificare, quindi tagliamo in pezzi.
  7. Il nostro dolce siciliano è pronto per essere gustato.

Buon appetito e buone feste dalla Sicilia!

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati