Borgo Santa Caterina albergo diffuso alle pendici dell’Etna

  • Facciamo tappa a Castiglione di Sicilia, in provincia di Catania, in un suggestivo contesto da scoprire.
  • Qui nasce un albergo diffuso che recupera i luoghi e coniuga il turismo con la bellezza dell’antico mondo rurale.
  • Scopriamo insieme di cosa si tratta e cosa lo caratterizza.

Le vacanze in Sicilia sono sempre un’ottima idea. L’isola offre un eccellente mix di natura e cultura, condito dalla sapienza dell’enogastronomia. Accanto alle rinomate località di mare e montagna, ve ne sono alcune meno note ma altrettanto belle, come quella che scopriremo oggi: Borgo Santa Caterina. Si tratta di un albergo diffuso, sorto nel territorio di Castiglione di Sicilia. Siamo in una delle zone turistiche più belle della Sicilia orientale. Originariamente nel borgo vivevano famiglie di agricoltori, oggi vi sono alloggi ricavati dalla ristrutturazione di vecchi edifici del Settecento.

Si possono ammirare le cantine per la conservazione del vino, dell’olio e delle nocciole, nonché la vecchia stalla e le strutture usate dagli agricoltori. Borgo Santa Caterina dista 18 chilometri da Taormina, 16 da Giardini Naxos, 4 dalle Gole dell’Alcantara e 15 dall’Etna. Come è facile intuire, si tratta di una posizione strategica per scoprire alcuni dei gioielli della Sicilia. Il territorio di Castiglione di Sicilia offre una grande varietà di paesaggi. Dalla maestosità del vulcano ai boschi, passando attraverso aranceti e noccioleti. Comprende altezze diverse, che vanno dai 60 metri del punto più basso (pochi chilometri da Giardini Naxos) ai 3348 del punto più alto (vetta del cratere nord-est dell’Etna).

L’albergo diffuso Borgo Santa Caterina si trova nel quartiere ebraico della Giudecca e Pagana, risalente all’anno 869. Castiglione di Sicilia uno dei più bei borghi d’Italia, eletto terzo borgo più bello del Mediterraneo.

Foto

Articoli correlati