Una delle spiagge più belle della Sicilia.

Ustica è un’isola davvero straordinaria. Racchiude una natura incontaminata e si specchia in un mare dai fondali strepitosi. Così piccola, ma così ricca di angoli da scoprire, è un vero e proprio paradiso per gli amanti delle immersioni, ma non solo. È una meta ideale per vacanze estive all’insegna del mare più blu. Oggi vogliamo fermarci in una delle sue spiagge più belle: Cala Sidoti. Non si tratta della classica distesa di sabbia, ma consente comunque di stendersi sotto il sole. La vera sorpresa, però, la si ha quando ci si tuffa: con maschera e pinne si ammira un trionfo della natura, con tante specie marine. Avventuriamoci un po’ e scopriamo cosa rende unico questo luogo.

Cosa rende unica Cala Sidoti a Ustica

Siamo sul versante occidentale dell’isola di Ustica, in un tratto di costa che rientra nell’area naturale protetta. Una piccola insenatura con ciottoli. Baciata dal sole e lambita da acque cristalline, Cala Sidoti propone una spiaggetta pittoresca, con ciottoli scuri, circondata da scogli e grandi pietre piatte. I fondali, in prossimità della riva, sono piatti, quindi rendono questo luogo perfetto anche per i bimbi. Conosciamolo ancora meglio.

Cala Sidoti si trova lungo il tratto di costa compreso tra Punta di Megna (a Nord) e Punta dello Spalmatore (a Sud), proprio dentro la riserva. In particolare, siamo nella zona A, in una delle due calette in cui è consentita la balneazione (l’altra insenatura è la Caletta dello Spalmatore o dell’Acquario). Ci si ritrova ai piedi si un’alta falesia, formatasi per l’esplosione di ceneri, lapilli e blocchi di lava. Il mare e calmo e trasparente, creando una sorta di piscina naturale. Foto: ustica_3 – uploaded by Markos90 – Creative Commons Attribution 2.0 Generic.

Articoli correlati