Chi ha inventato la pizza surgelata? Oggi siamo abituati a vedere questo alimento in tutti i supermercati, ma in pochi sanno che dietro c’è l’invenzione di un italo-americano, Joseph Settineri. Joseph era un immigrato di seconda generazione, figlio di italiani.

Nel 1947, insieme al fratello Cyrus, vendeva ravioli surgelati e decise di raddoppiare l’offerta. Così, i due fondarono la Roman Pizza e fu subito un successo. Pensate che, nel 1953, negli Stati Uniti si vendevano 7 milioni di pizze surgelate, con numeri saliti vertiginosamente.

La pizza surgelata americana è diversa da quella che consumiamo in Italia: è più condita e con ingredienti che difficilmente noi accosteremmo.

A dare una svolta alla storia della pizza surgelata ci pensò Rosenella Winifred Cruciani “Rose” Totino. L’imprenditrice, dopo aver aperto un ristorante a Minneapolis, insieme al marito, si lanciò nel campo dei surgelati. Dopo 10 anni di successo, vendette la sua azienda a una multinazionale, per 22 milioni di dollari.

Nello stesso periodo un’altra azienda di Minneapolis, la Schwan’s Company, lanciò la Red Baron, una pizza che rappresenta ancora oggi un punto fermo nel settore. Negli anni Ottanta e Novanta nacquero tanti marchi diversi, fino ad arrivare ai giorni nostri.

In Italia la pizza surgelata è arrivata negli anni Sessanta.

Articoli correlati