Come fare le Cucchie delle Madonie.

  • La ricetta dei tipici dolci che si preparano nelle zone delle alte Madonie nel periodo natalizio.
  • Gli ingredienti utilizzati sono rigorosamente locali, a partire dalla farina.
  • Anticamente la preparazione della Cucchia era un momento per stare insieme.

Ogni zona della Sicilia ha i suoi dolci tipici del Natale. Al di là dell’aspetto culinario, si tratta di ricette che racchiudono la tradizione e che richiamano usanze e tempi antichi. Nella zona delle alte Madonie non mancano mai le Cucchie, a base di pasta frolla e ripiene. A renderle uniche è il fatto che il ripieno varia di casa in casa. Un tempo, infatti, ogni famiglia utilizzava quello che poteva autoprodurre o acquistare a poco prezzo: potevano, dunque, essere marmellate, zuccata, frutta secca, fichi asciutti, o anche cannella e cioccolato.

Gli ingredienti utilizzati, dunque, sono locali: la farina di grano duro viene prodotta con i grani siciliani, il lievito madre è preparato artigianalmente e l’acqua utilizzata viene presa dalle sorgenti presenti nel parco. La preparazione era anche un momento da condividere, perché i forni venivano utilizzati in comune. Il modo migliore per gustare questi dolcetti natalizi siciliani è organizzare una gita nei borghi delle Madonie. Si possono trovare nei panifici locali e anche in qualche pasticceria e ognuno di essi utilizza la sua variante.

La ricetta

Ingredienti

  • 500 g di farina di grano duro
  • 150 g di strutto o margarina
  • 150 g di zucchero
  • 1 uovo
  • 1 tuorlo
  • 10 g di ammoniaca per dolci
  • un pizzico di sale
  • 250 g di uva passa
  • 250 g di mandorle
  • 200 g di fichi secchi
  • 1/2 bicchiere d’acqua
  • 150 g di zucchero
  • 50 g di zucca gialla (oppure marmellata di zucca o agrumi)

Procedimento

  1. Se non l’avete già pronta, preparate la marmellata di zucca facendola cuocere a fuoco lento.
  2. Tritate i fichi secchi, le uvette e le mandorle ed unitele al composto lasciando la fiamma bassa fin quando la farcitura non risulterà ben amalgamata e densa.
  3. Lasciate riposare il ripieno.
  4. Preparate la pasta. Disponete la farina a fontana, inserendo al centro lo zucchero, le uova, lo strutto, l’ammoniaca ed il sale.
  5. Cominciate a impastare fin quando non avrete ottenuto un impasto compatto ed omogeneo.
  6. Allungate l’impasto, se dovesse risultare troppo asciutto, con un poco di acqua o di latte.
  7. Avvolgete la pasta nella pellicola per alimenti e lasciatela riposare per almeno mezz’ora, poi stendetela fino ad ottenere una sfoglia di circa 15 centimetri per 10, dello spessore di 5-10 millimetri.
  8. Disponetevi il ripieno, poi chiudetela a portafoglio bagnando leggermente i bordi affinché aderiscano ed incidete leggermente la superficie.
  9. Infornate, quindi, a 180° per circa 20 minuti.

Buon appetito!

Articoli correlati