Vasto incendio a Monte Cofano. Ieri sera e durante la notte le fiamme hanno devastato la riserva del Trapanese.

I vigili del fuoco hanno lavorato per tutta la notte e anche stamani, dall’alba, uomini e mezzi hanno operato per spegnere i focolai residui e bonificare l’area coinvolta. Secondo quanto si è appreso al momento, non sembrano esserci dubbi sulla natura dolosa dell’incendio a Monte Cofano.

Le fiamme hanno avvolto l’imponente montagna che si affaccia sul golfo di Cornino, allargandosi fino al versante nordest sulla baia di Castelluzzo e Makari.

L’incendio a Monte Cofano sarebbe scaturito da almeno quattro differenti punti di fuoco. La segnalazione è arrivata poco prima delle ore 21 e dal Comune hanno spiegato che il rogo è partito dalla tonnara, raggiungendo rapidamente la cima della montagna.

Il sindaco, Giuseppe Morfino, ha parlato di “ennesima azione criminale perpetrata ai danni del nostro patrimonio ambientale. Vedere bruciare la Riserva di Monte Cofano, suscita rabbia e forte indignazione. Per i cittadini di Custonaci e dell’intero territorio trapanese scempi di tale portata sono inaccettabili”.

La Riserva di Monte Cofano è una delle aree protette della Sicilia e rappresenta una delle zone più suggestive del Trapanese. Rientra nei territori di Custonaci e San Vito Lo Capo. Qui il mare cristallino viene abbracciato da un promontorio di natura calcarea: Monte Cofano è un promontorio montuoso di natura calcarea, dalla caratteristica forma triangolare a picco sul mare, che raggiunge i 659 m di altezza.

Foto: Protezione Civile Sicilia

Articoli correlati