Cala del Bue Marino, nel territorio di San Vito Lo Capo, è un vero e proprio angolo di paradiso. È un’altra di quelle spiagge siciliane che lasciano senza fiato, per un mix straordinario di natura e mare blu. Grazie alle sue caratteristiche, è stata eletta nel 2015 regina delle spiagge italiane, nel concorso “La più bella sei tu” di Legambiente. Non è difficile capire perché abbia conquistato il titolo: è una caletta di ciottoli bianchi, incastonata tra mare e montagna.

Si raggiunge lungo una sterrata nella macchina mediterranea, non troppo difficoltosa. Vale sicuramente di visitarla, perché il mare assume sfumature turchesi, in un fondale che declina lentamente. I visitatori vivono forti emozioni, soprattutto al tramonto, quando l’orizzonte si tinge di sfumature calde. Accanto alla Cala del Bue Marino si trova l’Isulidda, un altro incantevole angolo in cui fare il bagno tra grotte a pelo d’acqua che costellano la costa.

Ci troviamo un un’area geografica molto nota, che ha davvero tanto da offrire a chi decide di visitarla. Poco distanti ci sono le falesie di Cala Mancina, ricche di frotte e dai colori dolomitici. In cima si erge un’antica torre di avvistamento, Torre dell’Isulidda, posta a guardia della costa. All’orizzonte il paesaggio è dominato dalla silhouette di Monte Cofano. A due passi c’è San Vito Lo Capo, insieme alla straordinaria Riserva dello Zingaro.

Foto di Gaetano Di Stefano