Tutti noi abbiamo sentito ampiamente parlare della classica pasta con le sarde, ma quanti di voi hanno assaggiato lo sformato di pasta con le sarde? Si tratta di un’altra ottima preparazione siciliana, che esalta il sapore del pesce, arricchendolo con tanti ingredienti gustosi. Non indugiamo oltre con le introduzioni, ma passiamo subito a darvi la ricetta. Partiamo, naturalmente, dagli ingredienti per 4 persone.

  • 400 g di bucatini
  • 600 g di sarde
  • 500 g di finocchietto selvatico
  • 1 bustina di zafferano
  • 1 cipolla
  • 2 cucchiai di pinoli
  • 2 cucchiai di uvetta
  • 3 acciughe salate
  • 1 tazza di salsa di pomodoro
  • 50 g di pecorino grattugiato
  • 50 g di mandorle pelate e tostate
  • pangrattato
  • olio extravergine d’oliva
  • vino bianco secco
  • burro
  • sale e pepe

Ed ecco il procedimento, passo dopo passo.

  1. Pulite le sarde, apritele a libro e diliscatele. Lavatele con cura e spezzettatele grossolanamente.
  2. Mondate il finocchietto e lessatelo in acqua salata.
  3. Sgocciolatelo, tenendo da parte il liquido di cottura, e tritatelo finemente.
  4. Fate appassire un trito di cipolla, in un tegame con mezzo bicchiere d’olio.
  5. Aggiungete le acciughe dissalate e diliscate e scioglietele nel condimento.
  6. Unite i pinoli, il finocchietto, l’uvetta e le sarde, quindi lasciate insaporire tutto mescolando.
  7. Bagnate con poco vino e aspettate che evapori.
  8. Versate la salsa di pomodoro e un mestolo di acqua di cottura della verdura, in cui avrete sciolto lo zafferano.
  9. Salate, pepate e cuocete, su fiamma moderata, per circa 20 minuti.
  10. Lessate la pasta nel brodo tenuto da parte.
  11. Scolatela al dente e conditela con tre quarti del sugo preparato e tre cucchiai di pecorino.
  12. Trasferitela in una teglia imburrata e cosparsa di pangrattato.
  13. Mettetevi sopra il ragù rimasto e spolverizzate la superficie con un composto di pangrattato leggermente tostato, pecorino e mandorle tritate.
  14. Infornate a 180° per 40 minuti e lasciate riposare per 15 minuti prima di servire.

Buon appetito!