Con la ricetta dello spiedino palermitano (spitino palermitano) è un piatto tipico della gastronomia siciliana. Si tratta di una delle prelibatezze dello street food palermitano, il ‘cibo di strada’ che si trova nei bar e nei panifici.

Il nome fa pensare ai classici spiedini di carne, ma si tratta di un’altra cosa. È un pezzo di rosticeria che, all’interno, racchiude quadrotti di pancarrè imbevuti nella besciamella o bagnati nel latte, alternati a strati di ragù di carne.

Nei prodotti della gastronomia ‘da strada’ siciliana include tanti piatti deliziosi. Dallo sfincione alle arancine, c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Come fare gli Spiedini Palermitani

Ingredienti per 8 spiedini

  • pane bianco raffermo (o in cassetta)
  • ½ litro latte
  • 450 g di carne di manzo tritata
  • 2 uova
  • 3 cucchiai di Parmigiano
  • 3 cucchiai di pangrattato
  • 2 cucchiai di vino rosso
  • sale e pepe
  • erba cipollina quanto basta

Per l’impanatura

  • 4 uova
  • pangrattato
  • farina
  • 16 spiedini di bambù lunghi almeno 16 centimetri, che di fatto serviranno solo in cottura

Procedimento

  1. Tagliate il pane in cassetta in 24 parallelepipedi di circa 6 x 3 x 2 centimetri: è importante che abbiano tutti la stessa dimensione.
  2. Intanto preparate l’impasto mescolando carne, uova, parmigiano, vino e 3 cucchiai di pangrattato.
  3. Aggiustate di sale e pepe, e aggiungi dell’erba cipollina a piacere.
  4. Dall’impasto ben amalgamato, dovrete ricavare 16 polpette di forma allungata.
  5. Bagnate 3 parallelepipedi nel latte, in cui avrete precedentemente disciolto un pizzico di sale.
  6. Disponete i pezzi di pane su un tagliere e formate così un primo strato da alternare a due polpettine.
  7. Ora infilzate la composizione con due stecche e ripetete le operazioni con il restante ripieno e il pane. Potete modellarli come preferite, creando anche un rettangolo.
  8. Una volta realizzati tutti gli spiedoni, dovrete passarli in un doppio strato di panatura, per far sì che pane e ripieno rimangano ben legati tra loro durante la frittura.
  9. Passate dunque ogni spiedino prima nella farina e nell’uovo sbattuto, insieme a sale e pangrattato, poi nell’uovo e nel pangrattato ancora.
  10. Assicuratevi che l’olio sia ben caldo e abbondante, in modo che tutti i lati possano essere fritti uniformemente
  11. Immergete cautamente gli 8 spiedoni.
  12. Una volta cotti, potrete togliere gli spiedoni.
  13. Servite gli spitini ancora tiepidi.

Buon appetito!

Articoli correlati