Pitoni Messinesi o Pidoni, voi come li chiamate? Quel che è certo è che si tratta di una ricetta siciliana davvero buona e irresistibile. La forma è quella dei calzoni fritti, ma il ripieno è molto particolare. Si tratta di un altra preparazione dello street food siciliano, uno dei migliori in tutto il mondo (per non dire che è proprio il migliore!).

Dentro i Pitoni Messinesi, infatti, non troverete prosciutto e formaggio, bensì scarola, pomodoro, acciughe e tuma. Basta già questa semplice introduzione per comprendere come sia una preparazione gustosa, in grado di stuzzicare il palato.

Vediamo subito come preparare i Pitoni Messinesi, passo dopo passo.

Ingredienti per 10 Pitoni
  • 1 kg di pasta per pizza
  • 5/6 pomodori rossi maturi
  • 10 filetti di acciuga sottolio
  • 200 gr di tuma
  • il cuore di una indivia riccia (localmente chiamata scarola)
  • olio di semi per friggere
  • sale e pepe

Procedimento

  1. Tagliate il pomodoro a cubetti e lasciatelo scolare in un colapasta, in modo che perda l’acqua di vegetazione.
  2. Lavate e asciugate la scarola, quindi affettatela.
  3. Dividete la pasta da pizza in 10 palline, così che ciascuna possa pesare circa 100 gr.
  4. Stendete ogni pallina a disco in maniera tonda e sottile, come se stesse creando una pizzetta.
  5. Al centro di ogni disco di pasta mettete: 1 filetto di acciuga, un cucchiaio di pomodoro, pochi pezzi di scarola ed un pezzo di tuma.
  6. Aggiustate di sale e di pepe.
  7. Non esagerate con il ripieno, perché il disco deve essere richiuso su un lato.
  8. Chiudete a mezzaluna e saldate con una forchetta le due metà del disco di pasta che avrete sovrapposto.
  9. Friggete ogni Pitone Messinese in olio ben caldo. Vi consigliamo di metterne al massimo due in una capiente pentola con l’olio, per non abbassare troppo la temperatura dell’olio in ebollizione).
  10. Lasciate asciugare su carta assorbente e servite subito.

Buon appetito!

Fonte

Articoli correlati