Sicilia meta privilegiata per le vacanze.

  • Lo yacht Savannah è stato avvistato nella rada dell’isola eoliana di Panarea.
  • Appartiene a Lukas Lundin, uno degli uomini più ricchi del mondo.
  • L’imbarcazione vale oltre 100 milioni di dollari.

Che la Sicilia fosse una meta privilegiata per le vacanze, lo si sapeva già. Non passa estate senza che, nelle acque delle sue località più “in”, non vengano avvistate imbarcazioni da favola. Anche quest’anno ne sono già stati individuati alcuni, come lo yacht Savannah, avvistato nella rada di Panarea, gioiellino delle Isole Eolie. Con le sue caratteristiche, non poteva certo passare inosservato: ecco perché.

Il mega yacht Savannah a Panarea

Savannah è lungo 83 metri ed ha un valore di oltre 100 milioni di dollari. Lo scafo è in acciaio, con una sovrastruttura in alluminio e ponti in teak. Oltre ai comfort di cui è dotato, quelli ritenuti standard per le barche di questo tipo, offre anche qualcosa in più. Questo panfilo da sogno, infatti, ha anche una speciale “sala sottomarina”, che permette agli ospiti di sbirciare al di sotto della superficie del mare. La costruzione risale al 2015, presso il cantiere olandese Feadship di Aalsmeer. Lo yacht Savannah unisce un singolo motore diesel, tre gruppi elettrogeni, batterie, elica e una piattaforma di propulsione elettromeccanica pionieristica. Grazie a queste caratteristiche, può risparmiare il 30% di carburante.

La lunghezza dello yacht è di 83,5 m (274 piedi) e la larghezza è di 12,5 m (41 piedi). Il pescaggio di Savannah è di 3,95 m (13,0 piedi). Il progetto è il risultato di una collaborazione tra De Voogt Naval Architects e CG Design. Il proprietario è Lukas Lundin, uno degli uomini più ricchi del mondo. È il presidente della Lundin Mining Corporation e di altre importanti società. Si tratta di un uomo d’affari miliardario svedese-canadese, con interessi anche nel mondo petrolifero e dei metalli preziosi, con un patrimonio stimato di circa 2,5 miliardi di dollari. Foto: Frans Berkelaar – (CC BY-ND 2.0).

Articoli correlati