Arriva nel weekend una perturbazione, che porta con sé temporali e nubifragi. I meteorologi hanno confermato un importante cambiamento climatico: l’anticiclone africano verrà spezzato in due dall’arrivo della perturbazione.

Per almeno due giorni gran parte dell’Europa Centrale e dell’Italia rimarrà soggetta a correnti più fresche e instabili nord atlantiche. Stop al grande caldo, dunque, con temperature giù anche di 8-10 gradi entro sabato sera al Nord, domenica anche al Centro e, sebbene in misura minore, al Sud tra domenica e lunedì.

La perturbazione causerà un ribaltone meteorologico al Nord. Lo scontro tra l’aria fresca atlantica e quella molto calda e umida, accumulata in questi giorni, innescherà temporali violenti a livello locale.

Sabato ci saranno rovesci e temporali sparsi su Alpi e Prealpi, in estensione a Liguria e Valpadana. Tra la sera e la notte i fenomeni più intensi. Domenica maltempo al Nord, con piogge e temporali diffusi. Seguirà un pomeriggio ancora molto instabile, con piogge e rovesci sparsi, più diffusi sul Nordest. Il tempo rimarrà soleggiato al Sud.

Per quanto riguarda le temperature, il Sicilia e nell’estremo Sud il termometro segnerà ancora fino a 36-38 gradi. Il mese di luglio, comunque, si concluderà con tempo stabile e con un caldo tendenzialmente nella norma.