Un giovane di 21 anni è morto questa mattina a Custonaci (Trapani), cadendo da una scala. Giovanni Biondo si trovava su una scala a pioli, sulla quale era salito per effettuare alcuni lavori di potatura a un albero, in un’abitazione di contrada Scurati. Secondo quanto ricostruito, è precipitato da un’altezza di circa 8 metri. Cadendo avrebbe battuto il capo, morendo sul colpo. Inutili i tentativi da parte dei sanitari del 118, che sono intervenuti insieme ai carabinieri.

“Questo nuovo anno si apre con l’ennesima tragedia avvenuta sul lavoro che colpisce un lavoratore di soli 21 anni, che probabilmente stava svolgendo attività occasionale senza il rispetto delle norme sulla sicurezza nei luoghi di lavoro”, dice il segretario provinciale della Flai Cgil Giovanni Di Dia.

“A nome della Flai e di tutta la Cgil – aggiunge – esprimiamo profondo cordoglio alla famiglia Biondo. Questa tragedia dimostra, ancora una volta, che i nostri giovani, pur di lavorare nella loro terra, sottostanno a un lavoro troppo spesso precario e, talvolta, anche privo di regole. Rinnoviamo la richiesta di maggiori controlli ispettivi nei luoghi di lavoro a tutela delle lavoratrici e dei lavoratori e a garanzia del rispetto dei diritti e delle norme”.

Articoli correlati