Un prodotto siciliano che fa bene al corpo e allo spirito

  • Miele siciliano, prezioso alleato contro i primi freddi.
  • La produzione di miele in Sicilia ha origini antichissime.
  • Ecco la sua storia e i motivi per i quali è davvero un’eccellenza.

Difficile fare una classifica dei prodotti siciliani più buoni. In tutto il territorio esistono davvero molte eccellenze e la maggior parte di esse hanno una storia antica. Prendiamo il miele, ad esempio: sapete che, in epoca bizantina, la Sicilia era nota come “paradisum lactis et mellis“, cioè “paradiso di latte e miele”? La maestria degli apicoltori siculi, dunque, si è da sempre fatta notare. Secondo la leggenda, a insegnare ai siciliani l’arte della produzione del miele fu Aristeo, figlio del Dio Apollo e della ninfa Cirene. Era stato allevato da Chirone, un Centauro che gli aveva insegnato tutti i segreti della caccia e della guerra, e dalle ninfe. Proprio le ninfe gli avevano tramandato le nozioni per coltivare gli ulivi, mungere gli animali per ottenere il latte e prendersi cura degli alveari.

Miele Siciliano, l’insegnamento degli Dei

Aristeo preferì di gran lunga gli insegnamenti delle ninfe, quindi decise di vivere di pastorizia, agricoltura e apicoltura. Il padre Apollo lo fece diventare un Dio, quindi immortale. Si dice che fu proprio Aristeo, di passaggio in Sicilia, a insegnare alla gente del luogo tutto ciò che sapeva sulla produzione del miele. Il miele siciliano, quindi, ha qualcosa di divino! Scherzi a parte, nel corso dei secoli gli apicoltori siciliani sono aumentati, scoprendo o riscoprendo un’arte antica e dando luogo ad alcuni prodotti tutelati dal marchio Slow Food.

Il miele è un ottimo alleato per il nostro benessere. In Sicilia, grazie alla presenza di agrumi e di alberi come il castagno, prendono vita alcuni dei mieli più pregiati. Si tratta di uno dei più antichi alimenti, in passato usato come un vero e proprio farmaco. Famose le proprietà antibiotiche e antibatteriche. Aiuta a rinforzare le difese immunitarie, quindi fa molto bene durante i cambi di stagione. È utile alla muscolatura, alle ossa e porta benefici anche a cuore, fegato, reni, apparato respiratorio e digerente. Grazie all’elevata presenza di fruttosio, è efficace contro la stipsi. Proprio il fruttosio garantisce un elevato potere dolcificante e un eccellente effetto energetico. A differenza del glucosio, infatti il fruttosio si brucia più lentamente, quindi “regala” energia più a lungo.

A seconda dei diversi tipi di miele, abbiamo benefici differenti. Il miele millefiori fa bene al fegato, il miele di tiglio è diuretico e digestivo e aiuta a combattere l’insonnia; il miele di arancio ha proprietà cicatrizzanti, mentre quello di castagno fa bene alla salute cardiovascolare e delle vie urinarie. E questi sono solo alcuni esempi. Il miele siciliano è sicuramente un prodotto da conoscere meglio e valorizzare di più. Foto: Alabama ExtensionPubblico Dominio.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati