‘Mpanatigghie ricetta dei particolarissimi dolci di Pasqua siciliani. Si tratta di biscotti tipici di Modica, a forma di mezzaluna, ripieni di cioccolato e carne. Ebbene sì, avete letto bene: sono ripieni di carne, ma il sapore non si sente per niente. Sono tipici del periodo Pasquale.

Possiamo dire che è come un ingrediente segreto. Il nome deriva dal termine spagnolo empanadas o empadillas (cioè “farcite”). Ecco come preparare le ‘Mpanatigghie: si narra che in origine furono create da alcune religiose.

Ingredienti

Per la pasta

  • 500 g di farina 00
  • 125 g di zucchero
  • 100 g di sugna
  • 5 tuorli d’uovo
  • 1 uovo
  • 100 cl di acqua

Per la conserva

  • 200 g di polpa di manzo tritata
  • 200 g di mandorle tostate tritate
  • 250 g di zucchero
  • 2 tavolette di cioccolata di Modica

Preparazione

  1. Impastare a poco a poco la farina con le uova, poi aggiungere tutta la sugna e lo zucchero in modo da ottenere una pasta morbida ed omogenea.
  2. Lasciare riposare la pasta un po’ fra 2 piatti (se resta della farina che le uova non assorbono, questa servirà per preparare i dischi di pasta).
  3. Per la conserva: cuocere la carne, unirvi lo zucchero e tritare l’impasto.
  4. Aggiungere le mandorle, la cannella, la vaniglia e le chiare rimaste dall’impasto della pasta (se la conserva risultasse un po’ dura aggiungervi qualche altra chiara mescolando bene).
  5. La pasta si divide in 4 parti uguali, da ognuna di queste parti si devono ottenere 9-10 dischi.
  6. Si mette un po’ di conserva su metà di ogni disco e si ricopre con l’altra metà, avendo cura di inumidire i bordi della ‘mpanatigghia in modo che si chiuda perfettamente.
  7. Fare sopra ogni dolce un forellino con la punta del coltello e infornare a 180° per 15 minuti.
  8. Cospargere di zucchero a velo.

Buon appetito!

Foto con autorizzazione di pubblicazione da parte dell’autore Pitino – Biscottificio Pitino, Attribution, Collegamento