Dal cuore verde Sicilia, un prodotto eccezionale.

Il nostro viaggio alla ricerca dei prodotti siciliani più speciali non si ferma mai. Oggi facciamo tappa nel massiccio dei Nebrodi, strepitoso polmone verde della nostra Isola. Qui ci sono oltre 50mila ettari di boschi che dividono la costa ionica da quella tirrenica. Nelle vallate si coltivano agrumi e, fino a circa 800 metri d’altitudine, ulivi, noccioli e castagno. Nell’area della fiumara di Sinagra e del Naso, nei comuni della Valle del Fitalia e in alcune aree vicine a Castell’Umberto e Sinagra cresce un raro e antico olivo di Sicilia. È da quell’albero che nasce l’Oliva Minuta Siciliana.

Circa il 90% degli uliveti, soprattutto nelle fasce di collina più alte, è impiantato proprio a Minuta. Questa cultivar è rustica e resiste alle avversità climatiche meglio di altre varietà che vengono coltivate a quote più basse. Ha delle eccellenti qualità nutrizionali. Possiede un’elevato livello di ortofenoli, che riducono il rischio di sviluppo di cellule tumorali. Contiene, inoltre, molta vitamina E, noto antiossidante. La Minuta Siciliana ha da sempre avuto una grande importanza storica in questi territori. Vi sono, infatti, diversi uliveti ultracentenari, ancora produttivi.

Oliva Minuta Siciliana, unica e preziosa

L’Oliva Minuta Siciliana, chiamata anche “mezza oliva”, è medio-piccola. Pesa 3-3,5 grammi e ha una maturazione medio-precoce. La raccolta si effettua manualmente, da ottobre a novembre, secondo il grado di maturazione e anche in ragione dell’altitudine. Prima si procede alla bacchiatura, cioè allo scuotimento delle fronte con una pertica. Sotto gli ulivi si mettono delle reti, in modo da evitare la dispersione dei frutti durante la caduta e un eventuale contatto con il terreno. Le olive si spremono a freddo e diventano un olio fruttato, molto delicato e con bassa acidità. L’olio e le olive da tavola sono reperibili tutto l’anno. La Minuta è una delle tre cultivar principali della Dop Valdemone, insieme alla Santagatese e alla Ogliarola messinese.

L’importanza dell’olio di Minuta

Produrre olio extravergine con la sola cultivar minuta è costoso, perché il terreno è accidentato. Le rese sono basse e l’olio dà il meglio di sé nei primi 8-10 mesi di vita. L’olio di Oliva Minuta Siciliana, però, è delicatissimo, con un giusto equilibrio di amaro e piccante. È ricco di sentori fruttati, con note floreali. Queste sono caratteristiche insolite per un olio siciliano, di solito caratterizzato da note decise e piccanti. Si sposa bene con piatti di pesce. Le minute sono ottime come olive da tavola e si conservano in vari modi: a tinello, cioè in salamoia con una miscela di acqua e sale marino; condite con erbe aromatiche della flora dei Nebrodi (finocchietto selvatico, aglio, alloro e rosmarino); a suppresso, cioè pressate a strati, in contenitori di legno o ceramica, con il sale e le erbe aromatiche.

Articoli correlati