Passuluna Siciliane, ricetta delle olive nere sotto sale.

  • In Sicilia si chiamano così le olive nere preparate come conserva.
  • Si tratta di una classica ricetta siciliana, un’ottima soluzione come contorno o antipasto.
  • Scopriamo tutto quello che c’è da sapere su questo prodotto.

I prodotti siciliani della tradizione hanno il grandissimo pregio di rimanere sempre attuali. Prendete alcune delle preparazioni più iconiche: nonostante il passare dei decenni, continuano a tenere testa sulle nostre tavole, senza sfigurare accanto alle preparazioni più moderne e blasonate. Il merito è della bontà e della semplicità. Sono sapori genuini, creati dalla sapienza popolare e contadina. Questi prodotti venivano creati con ciò che si aveva a disposizione: ci si ingegnava con poco, tirando fuori qualcosa di unico. Vi sarà sicuramente capitato di sentire parlare dei Passuluna, le olive nere siciliane sotto sale. Non tutte le olive, ovviamente, vengono impiegate per produrre l’olio. Alcune diventano conserve da poter mangiare nel corso di tutto l’anno.

I Passuluna legano il loro nome al fatto che vengono fatte “appassire“. Sono olive siciliane di colore scuro, abbastanza grandi, che diventano un perfetto antipasto. Diciamoci la verità: sono deliziose già da sole, magari accompagnate da una bella fetta di pane casereccio siciliano. Servite insieme a un tagliere di salumi e formaggi fanno proprio un figurone e si accompagnano benissimo a un calice di buon vino della Sicilia. Farle in casa è facilissimo: ecco la ricetta. A differenza delle olive verdi, non vengono conservate in salamoia.

Ricetta delle Olive Nere Siciliane sotto sale

Ingredienti

  • Olive nere siciliane
  • Sale

Procedimento

  1. Per fare in casa i Passuluna, dovete anzitutto lavare le olive sotto l’acqua corrente.
  2. Sgocciolatele e asciugatele con carta assorbente da cucina.
  3. Mettete le vostre olive dentro uno scolapasta e cospargetele con abbondante sale. Ricordate di mettere un piatto sotto lo scolapasta, in modo che raccolga il liquido.
  4. Lasciate a riposare le olive per almeno 15 giorni. Tutto ciò che dovete fare è mescolare di tanto in tanto, ma solo agitando lo scolapasta: non toccate le olive. Qualora dovesse servire altro sale, aggiungetelo.
  5. Trascorso questo tempo, le olive diventeranno raggrinzite e morbide: è segno che tutto procede!
  6. Togliete dallo scolapasta le olive già mature, sciacquatele sotto l’acqua corrente e sgocciolatele.
  7. Tamponatele con carta da cucina e conditele con olio e un po’ di origano di origano.
  8. Mettetele in un barattolo di vetro con chiusura ermetica, se volete conservarle, o consumatele subito.
  9. Lasciate le olive non ancora maturate nello scolapasta e continuate con lo stesso procedimento fino a esaurirle tutte.

Buon appetito! – Foto: Tina Ventinove

Articoli correlati