La pasta con il finocchietto selvatico è un tradizionale primo piatto siciliano. La preparazione richiede pochissimo tempo e gli ingredienti sono molto facili da reperire. Il finocchietto selvatico è spesso protagonista della cucina siciliana e conferisce ai piatti un sapore inconfondibile.

Si tratta di una pianta che ha molte proprietà benefiche, soprattutto per le funzionalità di stomaco e intestino. Versatile anche in cucina, si presta benissimo per la realizzazione di deliziose ricette. Vediamo come si cucina la pasta con il finocchietto alla siciliana.

Ingredienti

  • 400 g di spaghetti
  • 2 mazzetti di finocchietto selvatico
  • 5 dl di passata di pomodoro
  • 1 cipolla
  • 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • zucchero
  • sale e pepe
  • pangrattato

Procedimento

  1. Mondate con cura i finocchietti. Lavateli e spezzettateli.
  2. Fate bollire abbondante acqua salata.
  3. Cuocete i finocchietti, lessandoli per una ventina di minuti.
  4. Nel frattempo, pelate la cipolla e mettetela intera (la eliminerete a fine cottura) in un tegame con l’olio.
  5. Versate la passata e insaporite con una presa di sale, una spolverata di pepe e un pizzico di zucchero.
  6. Coprite e cuocete su fiamma moderata per 15 minuti.
  7. Mescolatevi i finocchietti sgocciolati (mettete da parte il liquido di cottura) e lasciate sul fuoco per altri 10 minuti.
  8. Cuocete gli spaghetti nel brodo di verdura.
  9. Scolateli e conditeli con il sugo preparato.
  10. Completate con il pangrattato tostato.

Buon appetito!

Foto di Anna Maria Sudano