Cosa vuol dire Cu avi a chi fari cu li sperti, stassi cu l’occhi aperti?

  • Ecco un proverbio siciliano che ci tornerà sicuramente utile.
  • Prosegue il nostro viaggio alla ricerca dei modi di dire siciliani più belli.
  • Stavolta è il turno di un consiglio sempre valido.

La saggezza popolare sbaglia di rado. Nei modi di dire della tradizione c’è racchiuso un universo fatto di secoli di esperienza. Quando leggiamo un proverbio, non stiamo leggendo una frase come le altre. Stiamo approfondendo un pagina di cultura e folklore che si tramanda da una generazione all’altra. Per questo motivo ci piace recuperare e riscoprire i proverbi siciliani. Ci raccontano la Sicilia di una volta e mantengono vivo il legame con la tradizione. Li abbiamo sentiti pronunciare ai nostri nonni, ancora oggi li sentiamo dire ai nostri genitori ma, inutile negarlo, sono molto meno diffusi. Sono tante le cause che hanno portato a un abbandono dei proverbi, ma abbiamo pronta la soluzione, proponendovene quotidianamente uno nuovo. Oggi scopriremo insieme cosa significa Cu avi a chi fari cu li sperti, stassi cu l’occhi aperti. Cominciamo, come al solito, da una semplice traduzione.

“Chi ha a che fare con scaltri, deve tenere gli occhi aperti”. Basta questa semplice traduzione per comprendere il senso del proverbio. Quando si ha a che fare con qualcuno troppo sicuro di sé, che mostra estrema sicurezza e furbizia, è sempre meglio tenere gli occhi ben aperti. La fregatura, infatti, potrebbe essere dietro l’angolo. Questo proverbio siciliano va sicuramente ricordato!

Articoli correlati