Il mese di agosto volge ormai al termine, lungo quell’inesorabile percorso che ci condurrà all’autunno. L’estate, però, non è ancora finita, soprattutto in Sicilia. Le temperature miti dell’isola hanno ancora molto da regalare e anche per quanto riguarda la cucina tipica ci sono alcune ricette siciliane estive che bisogna per forza provare finché si è ancora in tempo. Per queste preparazioni, la stagionalità dei prodotti è fondamentale.

  • Partiamo da un primo piatto molto amato e noto: la pasta con i tenerumi. I tenerumi sono le foglie più tenere e i germogli della zucchina lunga estiva: si riconoscono facilmente, perché sono larghe e vellutate. La minestra di tenerumi, cui si aggiunge la pasta, può sembrare un piatto atipico per l’estate, ma è tutto il contrario. I tenerumi, infatti, oltre ad avere un sapore delicato, sono anche dolci e rinfrescanti. È ottima anche la variante con la zucchina lunga.
  • Procediamo con un altro primo. La pasta con la zucchina fritta, un vero e proprio “must” della cucina siciliana e, più in particolare, palermitana. Per zucchina si intende quella “napoletana”. Si tratta di un piatto semplice e godurioso come ogni pietanza “antica” e popolare che conferisce, anche ad una semplice zucchina, un ruolo importantissimo e un posto d’onore in tavola.
  • Proseguiamo con gelo di mellone, uno dei dolci siciliani dell’estate più famosi. Si tratta di una sorta di gelatina di anguria, che si può mangiare al cucchiaio o può diventare un eccellente ripieno per crostate, paste e croissant.
  • Rimanendo in tema di dolci, l’estate non può finire se prima non si mangia una granita di gelsi preparata ad arte, naturalmente accompagnata dalla brioscia e dalla panna. In generale, il consiglio è quello di provare la vera granita siciliana nel gusto che preferite.
  • Per quanto riguarda il gelato, invece, vi suggeriamo di provare quello al gelsomino, possibilmente accompagnato dal gusto di cannella. Non rimarrete delusi.