Con l'arrivo dell'autunno e del primo freddo, cresce la voglia di piatti caldi, che coccolino un po' il palato, soprattutto quando le temperature diventano man mano più rigide. Tra le ricette siciliane perfette per questo periodo, rientra sicuramente la zuppa di lenticchie. Si tratta di un grande classico, un piatto che viene servito in tutte le province dell'isola e che viene amato da grandi e piccini. Tanto semplice, quanto genuina, la zuppa di lenticchie alla siciliana è davvero un piacere da gustare e ha il pregio di essere ricca di ferro, minerali e vitamine. Si può mangiare sia calda, che fredda e può essere arricchita dalla pasta (perfetti, ad esempio, gli spaghetti spezzati o ditalini). Vediamo insieme come prepararla.

Ingredienti

Se volete fare una zuppa davvero siciliana, ovviamente, dovete utilizzare lenticchie siciliane, come quelle di Ustica o Villalba. Per fare la zuppa vi servono 300 grammi di lenticchie, due carote, una cipolla piccola, tre pomodori maturi, il cuore di un mazzo di sedano, una foglia di alloro, brodo vegetale leggero q.b., sale e pepe q.b. e olio extravergine d'oliva, a piacimento. 

Come fare la zuppa di lenticchie alla siciliana il procedimento

Zuppa di lenticchie ricetta. Prima di tutto, bisogna lavare bene le lenticchie sotto l'acqua e lasciare a bagno in acqua fredda per due ore. Trascorso questo tempo, scolate con l'aiuto di uno scolapasta. Pulite e tagliate le carote, i pomodori, il sedano e la cipolla a dadini: scegliete la grandezza che preferite, a seconda del vostro gusto. Versate l'olio in un tegame, aggiungete le verdure e fatele appassire a fiamma dolce. Unite l'alloro, le lenticchie e coprite con abbondante brodo vegetale leggero. Non aggiungete sale, in questo momento: i legumi vanno salati a fine cottura. La zuppa di lenticchie deve cuocere per circa 50 minuti ma, per essere sicuri, controllate i tempi di cottura della varietà di lenticchie che avete scelto. Trascorso questo tempo, assaggiate e aggiustate di sale. A questo punto, qualora voleste, potreste aggiungere la pasta, portando la pasta a cottura. Rimuovete l'alloro e condite con una spolverata di pepe appena macinato e un filo d'olio d'oliva. Ovviamente, a seconda del vostro gusto, potete aggiungere alla ricetta anche del peperoncino.