Il contributo straordinario per i tesori siciliani.

  • Un milione di euro per i siti Unesco della Sicilia.
  • Serviranno a compensare i minori introiti causati dalla chiusura forzata durante la pandemia.
  • Ecco come verranno attribuite tutte le risorse.

Arriva un contributo straordinario per alcuni dei più bei tesori della nostra Regione. Un milione di euro per i siti Unesco della Sicilia, che compenserà i minori introiti derivati dalle chiusure imposte dalla pandemia. Queste risorse rientrano dalla legge di stabilità regionale n.9 del 2021. Sono state individuate e attribuite sulla base delle presenze registrate da ognuno dei siti nel corso dell’anno 2019, l’ultimo in cui si è svolta un’attività di regolare apertura. L’assessore dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana, Alberto Samonà, ha illustrato in dettaglio come verranno assegnati. Scopriamolo insieme.

1 milione di euro per i siti Unesco della Sicilia

«Anche quest’anno – sottolinea  Samonà – la Regione è venuta incontro alle esigenze dei siti Unesco, con un contributo straordinario proporzionato in relazione alle presenze accertate nel periodo pre-pandemico in musei, parchi archeologici e altri luoghi-simbolo. Si tratta di un segnale di attenzione verso le criticità che il mondo della cultura ha dovuto affrontare a causa di questa fase difficile, che auspichiamo esserci lasciati alle spalle». Passiamo, adesso, ai dettagli sui luoghi e i contribuiti assegnati.

I fondi per Parchi e Musei siciliani

Le risorse destinate ai Siti Unesco della Sicilia, vengono ripartite in questo modo:

  1. Al Parco archeologico di Morgantina e della Villa Romana del Casale, vanno € 108.198,64 per l’area archeologica della Villa Romana del Casale.
  2. Vanno al Parco archeologico delle Isole Eolie  € 10.872,78 per il Museo archeologico “Luigi Bernabò Brea”.
  3. La Soprintendenza dei Beni Culturali di Palermo riceverà € 96.260 per il Chiostro Santa Maria Nuova di Monreale, € 21.900,40 per il Castello della Zisa e € 21.049,62 per il Chiostro di San Giovanni degli Eremiti a Palermo.
  4. A Siracusa andranno € 6.977,52 per la Galleria regionale di Palazzo Bellomo, € 233.289,25 per l’Area archeologica della Neapolis e Orecchio di Dionisio all’interno del Parco archeologico di Siracusa, Eloro e Villa del Tellaro e Akrai.
  5. Alla Soprintendenza dei Beni Culturali di Siracusa sono stati assegnati € 41.227,69 per il Castello Maniace.
  6. Al Parco archeologico e paesaggistico della Valle dei Templi di Agrigento per interventi relativi al museo archeologico regionale “Pietro Griffo” (€ 32.498,90) e all’Area archeologica della Valle dei Templi (€ 324.617,70). Per il Giardino della Kolymbetra, sempre ad Agrigento, ci sono € 23.108,20.
  7. Arriveranno a Catania: € 33.178,17 per il Teatro romano e Odeon ed € 4.704,20 per il Museo della Ceramica di Caltagirone, entrambi all’interno del Parco archeologico e paesaggistico di Catania e della Valle dell’Aci. Sempre a Catania sono stati destinati € 35.052,64 per il Palazzo della Cultura, € 3.862,60 per la Chiesa di San Nicolò l’Arena e € 2.398,55 per il Museo Belliniano e Emilio Greco. Foto: Palickap – CC Attribution-Share Alike 4.0 International.

Articoli correlati