Una splendida spiaggia siciliana.

  • Spiaggia di Torre di Mezzo, un paesaggio che sembra dipinto.
  • Si raggiunge facilmente da Punta Secca e deve il nome alla sua torre.
  • Esploriamola insieme e scopriamo cosa la rende unica.

Non si finisce mai di conoscere le spiagge siciliane. Da un capo all’altro dell’Isola le proposte sono praticamente infinite: proprio quando pensi di aver scoperto il più bell’angolo di paradiso, ecco che arriva un’altra località a far vacillare le tue certezze. E scopri che entrambi si equivalgono in quanto a bellezza. Diciamoci la verità: è difficile non innamorarsi a prima vista delle immagini da cartolina che si trovano nella regione. Il nostro viaggio ci porta oggi in provincia di Ragusa, a Torre di Mezzo. Questa spiaggia è a due passi dalla più celebre Punta Secca, proprio in prossimità dei luoghi resi celebri dalla fiction Il Commissario Montalbano di Rai1. Una parte della Sicilia ricca di bellezze paesaggistiche e architettoniche. Questa spiaggia prende il nome dalla sua torre, prossima al mare: più avanti scopriremo insieme quando è stata eretta e perché. Ma prima esploriamo un po’ quello che ha da offrirci Torre di Mezzo.

Spiaggia di Torre di Mezzo a Ragusa

Ci troviamo a pochi chilometri da Punta Secca, lungo la costa sudorientale della Sicilia, nel territorio di Ragusa. La spiaggia è molto apprezzata dai villeggianti per la sua sabbia dorata e un mare limpido, racchiuso tra due speroni rocciosi. La posizione è abbastanza appartata, quindi è tranquilla, sebbene non troppo estesa. Per essere certi di goderla al meglio, il consiglio è sempre quello di scegliere i giorni feriali. C’è anche la possibilità di usufruire dei servizi di uno stabilimento balneare, con noleggio ombrelloni e sdraio e punto di ristoro. Di sera, inoltre, il litorale è ritrovo per chi vuole bere un drink e godersi il panorama alla luce della luna. La Spiaggia di Torre di Mezzo si chiama così perché include una torre, situata proprio tra la torre Scalambri di Punta Secca e la torre Vigliena di Punta Braccetto. La costruzione è stata edificata con funzione di avvistamento: oggi possiamo vederne solo alcuni resti.

Articoli correlati