Una delle spiagge più belle della Sicilia.

Le spiagge siciliane si distinguono per la bellezza. Lungo le coste dell’isola è possibile trovare proposte in grado di soddisfare ogni desiderio. Dalle lunghe e morbide distese di sabbia agli scogli selvaggi, dai panorami più celebri alle piccole baie segrete che sembrano uscite da un libro di racconti. Oggi vogliamo fermarci in provincia di Trapani, in un contesto davvero eccezionale: quello della Riserva dello Zingaro. Qui si trova Tonnarella dell’Uzzo o Cala dell’Uzzo, una spiaggia che viene considerata universalmente la più bella della riserva. Ma cosa la rende così affascinante? Guardando le foto, vi sarete già fatti un’idea, ma ci sono molte altre curiosità da scoprire.

Alla scoperta di Tonnarella dell’Uzzo

Camminando allo Zingaro ci si innamora di colori e profumi. Si è circondati da piante selvatiche e fiori spontanei, una natura incontaminata che invita alla scoperta. Ci si trova tra sentieri accompagnati da orchidee selvatiche e palme nane, senza mai perdere con lo sguardo un mare che brilla come il gioiello più prezioso. Tonnarella dell’Uzzo si raggiunge più agevolmente dall’ingresso Nord della Riserva (dal lato di San Vito lo Capo). Si percorre un breve cammino e ci si trova davanti a questa caletta, che è la più grande e la più frequentata. Dato che il sentiero è abbastanza in pendenza, vi consigliamo di utilizzare delle scarpe adatte (meglio se chiuse). Soprattutto al ritorno, quando vi ritroverete in salita, sarete ben lieti di avere scarpe chiuse con voi. Abbiamo anche qualche altro consiglio, che vi diamo subito.

Dato che Cala dell’Uzzo si trova all’interno della Riserva, portate con voi tutto ciò che vi potrà essere utile, soprattutto se intendete trascorrere fuori un’intera giornata. Non dimenticate delle scarpette di gomma, quelle che si usano solitamente per andare sugli scogli. Essendo la caletta più famosa, Tonnarella dell’Uzzo è anche la più frequentata: per godere meglio di questa spiaggia, scegliere un periodo non troppo gettonato. Approfittatene, inoltre, per esplorare un po’ la Riserva o per fare una capatina in alcune celebri località siciliane per le vacanze: San Vito lo Capo, Màkari, Scopello e Castellammare del Golfo. Non sono troppo distanti. Foto: Marco Sala.

Articoli correlati