Estate 2021, la nostra isola è regina.

Dopo un inverno che ha messo a dura prova tutti noi, cresce la voglia di concedersi un po’ di relax. Di staccare la spina e “fuggire” per un po’ dalla quotidianità, magari con un bel viaggetto. I dai dati raccolti da Volagratis.com rivelano che le prenotazioni dei voli (nella settimana 10-16 maggio) sono aumentate dell’86% rispetto a metà aprile (12-18 aprile) mentre quelle degli hotel fino al 129%. In quest’ultimo caso le cifre superano addirittura quelle pre-Covid e, in alcune settimane di aprile, sono state raddoppiate le prenotazioni rispetto allo stesso periodo del 2019. Le vacanze in Sicilia continuano a guidare tutte le classifiche: vediamo i dettagli.

Vacanze in Sicilia, l’isola trionfa nel 2021

Secondo Volagratis.com, il 58% degli italiani sceglierà una destinazione in Italia, con un interessante aumento rispetto al 2019, quando a scegliere i confini nazionali era il 30% dei viaggiatori (prenotazioni effettuate in aprile-maggio, partenze in estate). Allo stesso tempo però, rispetto al 2020, si nota un aumento relativo anche alle prenotazioni internazionali, passate dal 31% del 2020 al 42% di quest’anno, con Spagna e Grecia sul podio. I dati confermano inoltre come il mare e le isole mantengano, anche quest’anno, un posto d’onore nel cuore degli italiani. La Sicilia, infatti, guida tutte le classifiche delle prenotazioni, mentre la Sardegna è sul podio per quanto riguarda voli e pacchetti. Superando i confini nazionali, a farla da padrone sono le isole spagnole e greche.

Tre destinazioni siciliane al top dell’estate

Anche per quanto riguarda le singole destinazioni, Volagratis.com segnala la rivincita del Belpaese. Nella Top 10 la Sicilia è in testa, con Catania (11%), Palermo (9%) e Lampedusa (3%), seguita dalla Sardegna, rappresentata da Olbia (7%) e Cagliari (5%). Seguono Brindisi, Milano, Lamezia Terme, Ibiza, Bari e Barcellona. La classifica dedicata agli “hotel” è al 90% tricolore. La Sicilia è incoronata ancora una volta come Top destination, con il 13% delle prenotazioni. Quando si tratta di soggiorni, l’interesse dei viaggiatori non conosce limiti geografici e spazia dal mare alla montagna, passando per le città d’arte, raggiungibili più facilmente anche in auto e in treno. In classifica, infatti, compaiono anche le onde di Puglia e Sardegna e le altezze del Trentino Alto Adige con l’8% di prenotazioni, seguite da Riviera Romagnola, Liguria, Toscana, Basilicata e Calabria. Chiude la Top 10 l’isola di Creta.

I pacchetti “volo+hotel” premiano Italia e Isole

Decisamente internazionale è invece la classifica delle prenotazioni dei pacchetti “volo+hotel”, pur continuando a essere saldamente presente la Sicilia. In in questo caso infatti gli italiani premiano le Baleari con Maiorca che, con il 9% delle preferenze, si piazza al primo posto sorpassando sia Sardegna (8%) che la nostra regione (7%). La Spagna colora la Top 10 anche con Barcellona (5%), Ibiza (4%) e Fuerteventura (3%), mentre la Grecia conquista due posti con Creta (4%) e Santorini (3%). Anche il Mar Rosso torna a farsi spazio con due destinazioni da sempre amate dagli italiani: Sharm El Sheikh e Marsa Alam (entrambe al 3%).

Gli italiani viaggiano sempre più last minute

La situazione di incertezza legata alla pandemia ha fatto emergere nell’ultimo anno sempre di più la tendenza alle prenotazioni last-minute: una pratica che sembrerebbe confermarsi anche per l’estate 2021. Secondo Volagratis.com il 65% delle prenotazioni hotel e il 53% delle prenotazioni voli effettuate ad inizio maggio sono infatti relative alle partenze per la seconda parte di maggio o per giugno, periodo che coincide anche con la fine dell’anno scolastico. La media generale si attesta quindi a 6 settimane di anticipo. Gli italiani, comunque, cominciano a ritrovare la fiducia e la tranquillità nell’organizzare le vacanze: Il 62% dei pacchetti turistici sono relativi a partenze per i mesi di luglio e agosto, quindi bloccati con un anticipo che va dalle 8 alle 16 settimane. A questo si aggiunge il trend positivo per le ricerche. Nella settimana 10-16 maggio si è registrato un aumento del 30% rispetto alla precedente e si tratta del dato più alto dall’inizio dell’anno. Foto: Mariola.

Articoli correlati