Anche quest’anno sono state assegnate le Bandiere del Gusto di Coldiretti, che confermano il ruolo della Sicilia come meta d’eccellenza del turismo enogastronomico italiano. I riconoscimenti sono saliti al numero record di 5155 per tutta l’Italia: la Sicilia si piazza all’undicesimo posto della classifica, con ben 244 bandiere. Mantenuta, dunque, la posizione dell’anno scorso. I dati sono emersi dal nuovo censimento delle specialità ottenute secondo regole tradizionali, protratte nel tempo per almeno 25 anni.

Il report è stato presentato dalla Coldiretti a Milano, in occasione dell’apertura del Villaggio Contadino: la kermesse ospita oltre 10mila agricoltori, oltre a mercati, esposizioni ad hoc e agrichef con le ricette storiche.

Tra le specialità siciliane spiccano gli Ainuzzi, piccole scamorze di latte vaccino che riproducono nella loro forma animali autoctoni, e laManna, che non è quella che cade dal cielo, ma uno straordinario dolcificante naturale a basso contenuto di glucosio e fruttosio che si ottiene dagli alberi di frassino.

“Dietro ogni prodotto c’è una storia, una cultura ed una tradizione che è rimasta viva nel tempo ed esprime al meglio la realtà di ogni territorio” ha affermato il presidente della Coldiretti Ettore Prandini nel sottolineare “la necessità di difendere questo patrimonio del Made in Italy dalla banalizzazione e dalle spinte all’omologazione e all’appiattimento verso il basso dell’offerta alimentare anche turistica”.