Il mare, la montagna, una strada che racchiude storia e tradizione. È stato recuperato il Sentiero del Pescatore di Balestrate, che costeggia le spiagge di questo piccolo centro in provincia di Palermo.

Il Cammino dei Pescatori è stato inaugurato da pochissimo. Per la riqualificazione è stato stanziato un finanziamento da parte dell’ex Gruppo di Azione Costiera, che oggi si chiama Flag. È stato ripristinato l’impianto di illuminazione, installato il sistema di videosorveglianza, rimossa la piattaforma di cemento danneggiata e migliorata la viabilità dello scalo e del litorale. Una vera e propria rinascita per questo luogo, che ha molto da raccontare.

Leggi anche > Cosa vedere a Scopello, gioiello siciliano da scoprire.

Il Cammino dei Pescatori costeggia la ferrovia, fino all’antico e suggestivo scaro, la zona in cui nacque Balestrate con l’insediamento dei primi marinai della borgata. Si estende per circa 300 metri. A disposizione dei passeggiatori ci sono informazioni sulla flora e sulla fauna, oltre a cenni storici sull’antico borgo e su alcune particolarità legate ai fossili. La nuova vita del Sentiero del Pescatore avrà sicuramente ricadute positive sul turismo culturale e ambientale, oltre che sul settore della pesca.

Balestrate, a metà tra Palermo e Trapani

Balestrate si trova al centro del golfo di Castellammare, al confine con la provincia di Trapani. Ci troviamo nella valle del fiume Cataldo, ai piedi del monte Ferricini, in vicinanza di Trappeto, Partinico ed Alcamo. Essendo a metà tra Palermo e Trapani, si tratta di un punto strategico dal punto di vista turistico.

Alcune delle spiagge più famose del Trapanese e del Palermitano sono proprio a due passi.