Si chiama pesto siciliano, ma non è il classico pesto trapanese, anche se gli ingredienti sono molto simili. Non è neanche il pesto alla genovese, con il famoso basilico. Si tratta di un pesto creato da Mamma Carmela, una signora che aveva una  trattoria a Palermo. Lei e suo marito l’hanno preparato in quel luogo per più di 40 anni.

Lì si incontravano attori, cantanti e migliaia di turisti che ivi andavano a degustare i suoi piatti tipici.

La sua trattoria era rinomata per i piatti siciliani e il modo di cucinare, infatti andare lì era come fare il pranzo a casa. L’anno scorso, purtroppo, dopo un’esplosione di gas questo ristorante è stato distrutto e la mamma Carmela con la sua famiglia ha deciso di non continuare l’attività con una nuova, essendo già in età avanzata.

Testo di Giancarlo Galesi

Ingredienti per 4-6 persone

  • 6-7 grossi pomodori
  • 2 spicchi d’aglio
  • menta fresca
  • basilico fresco
  • 50 g di mandorle
  • mezzo peperoncino secco
  • sale
  • olio di girasole o olio d’oliva (circa un bicchiere).

Aveva l’abitudine di mettere olio di girasole perché “era un po’ più leggero” – Diceva. Ecco il procedimento.

1. Lavare i pomodori, il basilico e la menta.
2. Mettere tutti gli ingredienti insieme nel frullatore

Ora: se lo volete mangiare con la pasta, basta preparare come al solito, scolarla e metterla in una ciotola, mescolare il pesto con la pasta bene, e servire subito.

Se si vuole usare per le bruschette, Sarà un antipasto delizioso.

La rticetta è pubblicata in inglese dal Blog: The Sicilian Cuisine

[La pagina Sicilia ricorda con affetto Mamma Carmela]