Come fare in casa le Teste di Turco di Scicli.

  • La ricetta del dolce siciliano noto anche come Testa di Moro.
  • Si tratta di un delizioso bignè ripieno di crema di ricotta.
  • Oltre ad essere buono, racchiude anche una storia interessantissima: scopriamola insieme.

Alcuni dei dolci siciliani più famosi, oltre ad essere buoni, sono anche accompagnati da racconti mitici ed affascinanti. Alla delizia del palato, dunque, aggiungono anche quella della mente, perché ci permettono di conoscere la Sicilia in modo originale e accattivante. Prendete, ad esempio, le Teste di Turco di Scicli. Questi dolci, che già attirano la curiosità grazie al loro nome, sono grandi bignè farciti di crema di ricotta (e già basta questo per conquistare tutti!). La loro storia ci porta indietro nel tempo, all’inizio del Novecento. Prima di conoscere la ricetta, vogliamo svelarvi i loro segreti: procedendo nella lettura scoprirete proprio tutto quello che c’è da sapere.

Storia della Testa di Turco di Scicli

Si narra che nel 1901, nel borgo di Donnalucata, si svolse una battaglia tra Normanni e Saraceni. Alla fine trionfarono i Normanni, grazie a un intervento divino: proprio la Madonna, in sella al suo cavallo bianco, sarebbe intervenuta e avrebbe i turchi (il termine “turchi”, in Sicilia, ha avuto storicamente una valenza più onnicomprensiva, quindi non è mai stato riferito soltanto a chi è originario della Turchia). Questo dolce nacque per ricordare la battaglia e ricorda il copricapo dei Saraceni. La forma del bignè è quella del turbante e, come ripieno, si usano crema di ricotta o crema pasticciera. Le Teste di Turco di Scicli sono chiamate anche Teste di Moro (proprio come le celebri ceramiche siciliane).

Anche a Castelbuono, un borgo del Palermitano, si preparano le Teste di Turco, ma è un dolce completamente diverso. Quello castelbuonese è un dolce al cucchiaio, con scorze fritte croccanti e crema di latte. Anche la sua storia è diversa, quindi in comune con Scicli ha soltanto il nome. Entrambe le ricette sono buonissime, quindi vi consigliamo di provarle! Prima di mettervi ai fornelli per le vostre Teste di Turco sciclitane, ricordate di fare scolare bene la ricotta (meglio farla scolare dalla sera prima).

Ricetta teste di turco

Ingredienti per i bignè

  • 300 ml di acqua
  • 300 g di farina 00
  • 300 g di strutto (sostituibile con il burro)
  • 9 uova
  • un pizzico di sale

Ingredienti per la crema e la decorazione

  • 400 g di ricotta vaccina
  • 200 g di zucchero
  • 100 g di gocce di cioccolato
  • zucchero a velo

Procedimento

  1. Per fare le teste di Turco di Scicli dovete anzitutto preparare i bignè.
  2. Prendete un tegame e sciogliete lo strutto a fuoco lento.
  3. Aggiungete l’acqua e il sale.
  4. Quando il composto comincerà a bollire, versate all’interno del tegame la farina setacciata.
  5. Fatelo poco alla volta, continuando a mescolare per una decina di minuti.
  6. Quando il composto inizia a staccarsi da solo dalle pareti del tegame, levatelo dal fuoco e fatelo un po’ intiepidire.
  7. Incorporate, a una a una, le uova intere. Fatele amalgamare bene, quindi non aggiungete l’uovo seguente se quello di prima non si è incorporato del tutto.
  8. Riempite con l’impasto una sacca da pasticciere, quindi create i bignè su una teglia unta. Devono avere un diametro di circa 10 centimetri. Ricordate di lasciare spazio tra i bignè.
  9. Cuocete nel forno preriscaldato a 300°C per circa 35 minuti. Verificate la cottura, man mano che procede, ma non aprite lo sportellino del forno mentre si cuociono, poiché potreste compromettere il risultato.
  10. Mentre le Teste di Turco si cuociono, dedicatevi alla crema.
  11. Setacciate la ricotta (che avete già fatto scolare), quindi unite lo zucchero e le gocce di cioccolato, mescolando bene.
  12. Fate riposare la crema in frigo. Mentre preparate i bignè per riempirli.
  13. Tagliate i bignè a metà, quindi farciteli. Copriteli e spolverizzate con zucchero a velo.
  14. Fate riposare un po’ in frigo prima di servirli.

Buon appetito!

Articoli correlati