La pizza fritta di Zafferana Etnea, chiamata anche La Siciliana, è una specialità molto legata al territorio. Questa località in provincia di Catania si trova alle pendici dell’Etna e di avvale di una bellissima vista. Da un lato si può ammirare il mare, mentre dall’altro lo sguardo si perde nel vulcano.

Inutile dire che si tratta di una meta gettonata per il paesaggio, ma quello che non tutti sanno è anche La Siciliana di Zafferana Etnea attira più di un visitatore.

Per raccontare la sua storia torniamo indietro nel tempo, al 1924, quando un’energica donna, Giuseppa Finocchiaro, fondò la pasticceria Donna Peppina. Qui realizzò la prima pizza fritta di Zafferana Etnea. Ovviamente la ricetta originale rimane segreta, ma esiste una ricetta che le si avvicina.

Ingredienti per 4 persone

  • 600 g di pasta di pane già lievitata
  • 300 g di tuma
  • filetti di acciuga
  • olive nere denocciolate
  • olio extravergine d’oliva

Procedimento

  1. Tagliate la pasta a panetti.
  2. Infarinate la spianatoia e stendete i panetti con il mattarello, fino a ottenere dei dischi.
  3. In una metà distribuite l’olio e successivamente la tuma tagliata a cubetti, le olive e i filetti di acciughe.
  4. Chiudete il disco su se stesso, formando una mezza luna, e ripiegate i bordi, in modo da non fare uscire gli ingredienti.
  5. Sigillate i bordi con una pennellata di acqua e olio.
  6. Scaldate in una padella l’olio extravergine d’oliva e friggete le siciliane, una alla volta.
  7. Quando saranno dorate, con piccole bolle sulla superficie, saranno pronte.
  8. Fatele asciugare su carta assorbente.
  9. Servite e gustate.

Buon appetito!

Foto: pagina Facebook Donna Peppina