Gusto e tradizione di Sicilia.

  • La Lumera è una via di mezzo tra una pizza e una focaccia.
  • Leggera e gustosa, ha tutto il profumo e il sapore dell’estate in Sicilia, con pomodoro dolce e basilico.
  • Ecco come fare questa specialità gastronomica della tradizione siciliana.

Il territorio del Val di Noto è straordinario per molti motivi. Ospita alcune città-capolavoro della Sicilia, con paesaggi che rimangono impressi nel cuore, ma propone anche alcune prelibatezze enogastronomiche insuperabili. Oggi vogliamo parlarvi di una ricetta molto particolare, che affonda le radici nella tradizione. Si chiama Lumera ed è una via di mezzo tra una pizza e una focaccia. La forma è particolare e l’impasto è molto simile a quello della scaccia ragusana. Si prepara con farina di grano duro e farina bianca, oltre che con acqua, olio e sale.

Il condimento più tradizionale è a base di pomodoro, formaggio Ragusano DOP, olio extravergine d’oliva e basilico. È tipica della città di Noto, quel meraviglioso gioiello che splende in provincia di Siracusa. Deve il nome alla forma, perché ha i bordi ripiegati verso l’interno. Ricorda, così, le antiche lucerne greco-romane. Si tratta di una specialità dello street food, che si aggiunge a quel delizioso elenco di pizze e focacce siciliane, dallo sfincione alla pizza fritta. Vediamo come si prepara.

Ricetta della Lumera Siciliana

Ingredienti

Per l’impasto

  • 150 g di farina 00;
  • 350 g di farina di grano duro;
  • 250 ml di acqua;
  • 12 g di lievito di birra fresco;
  • Mezzo cucchiaino di zucchero;
  • 7 g di sale;
  • 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva.

Per il condimento

  • 350 g di salsa di pomodoro;
  • 250 g di formaggio Ragusano a cubetti;
  • Basilico;
  • Olio di oliva.

Procedimento

  1. Per fare la Lumera dovete anzitutto setacciare le farine.
  2. Unitele in una ciotola capiente o direttamente sulla spianatoia.
  3. Aggiungete il sale e miscelate.
  4. Create la classica fontana al centro e versate l’acqua tiepida, in cui avrete sciolto il lievito.
  5. Iniziate ad impastare per bene.
  6. Unite l’olio, allargando il vostro impasto, e continuate a impastare fino al totale assorbimento dell’olio.
  7. Dovrete ottenere un composto liscio ed omogeneo.
  8. Create una palla, avvolgetela con un canovaccio e lasciatela lievitare in un luogo asciutto. Dovrà raddoppiare il suo volume.
  9. Trascorse tre o quattro ore, dividete il vostro impasto in quattro panetti.
  10. Spolverate il piano di lavoro con un po’ di farina e iniziate a stendere la pasta con il matterello.
  11. Una volta stesa, fate riposare per circa mezz’ora.
  12. Mettete le basi su una teglia coperta di carta da forno e farcite con la salsa di pomodoro. Lasciate un bordo di circa 5 centimetri.
  13. Richiudete i lembi di bordo avanzato, uno alla volta, ripiegandoli l’uno sull’altro verso l’interno della pizza.
  14.  Condite le pizze con un filo di olio extravergine di oliva e e i cubetti di ragusano.
  15. Infornate in forno già caldo a 200°C per circa 15 minuti.
  16. Completate con altro olio e basilico fresco.

Buon appetito! – Foto: Valdinoto.it.

Articoli correlati