Una foto che ha fatto la storia

  • Il soldato e il contadino: lo scatto di Robert Capa in Sicilia.
  • Il fotografo seguì alcune fasi del secondo conflitto mondiale nel 1943.
  • L’immagine scattata nelle campagne tra Troina e Sperlinga.

Ci sono fotografie talmente affascinanti e profonde, da essere diventate iconiche. Immagini che hanno saputo cogliere momenti fondamentali della storia, frammenti di tempo fermati dal genio creativo dei più grandi fotografi mondiali. Oggi vogliamo parlarvi di uno scatto che racconta la Sicilia della Seconda Guerra Mondiale. A realizzarlo fu Robert Capa, maestro dell’arte fotografica: andiamo insieme alla scoperta dei luoghi, dei protagonisti e della vera storia della foto del soldato e del contadino siciliano.

Robert Capa in Sicilia seguì alcune fasi del secondo conflitto mondiale, dopo lo sbarco degli Alleati del luglio del 1943. Possiamo soltanto immaginare quale fosse la situazione nella nostra regione. Capa fu testimone dell’assedio a Troina, che ridusse in macerie la città ennese. Tra le fotografie che arrivarono alle pagine della prestigiosa rivista “Life“, c’è anche quella di cui vogliamo parlarvi oggi. In realtà, ci sono due versioni diverse, che contrastano sul luogo esatto in cui venne scattata e sul fatto che il protagonista fosse un pastore di Troina o un contadino di Sperlinga.

Robert Capa in Sicilia: la foto iconica

Abbiamo già detto che il contesto storico è quello della Sicilia del 1943, dopo lo sbarco delle truppe alleate. Nei primi giorni di agosto, l’assedio di Troina portò morte e distruzione. Dopo aver resistito per alcuni giorni, le forze militari italo-tedesche si ritirarono verso Messina, prima di lasciare l’isola. Robert Capa in Sicilia ebbe modo di assistere in prima persona ad alcune operazioni. Il 6 agosto del 1943, nelle campagne tra Troina e Sperlinga, nei pressi dei Nebrodi, realizzò lo scatto di cui vi parliamo. Il soldato americano è chino sulle gambe. Chiede, non si sa in quale lingua, le indicazioni per Sperlinga. Questi, con il suo bastone (quindi avrebbe potuto essere anche un pastore), gli indica la strada. Potrebbe anche essere il tratto percorso dai tedeschi durante la ritirata.

Il soldato e il contadino: la verità sullo scatto

Da tempo c’è una diatriba in merito al luogo esatto. Secondo gli abitanti di Troina, lo sfondo della foto la localizza in contrada Caucirì. Il protagonista sarebbe il contadino Giovanni Maccarrone. Per gli abitanti di Sperlinga, invece, la foto è stata scattata lungo la SS 120, in contrata Ponte Capostrà (nel luogo c’è anche una targa che ricorda quel momento). Gaetano Savatteri (sì, proprio quello dei libri che hanno ispirato la fiction Màkari), nel suo libro “I Siciliani“, riporta la testimonianza di Santa Cotiletti, figlia di Francesco Cotiletti. Sarebbe lui il pastore ritratto. Qualunque sia la verità, una cosa è certa: la foto di Robert Capa in Sicilia racconta una pagina di storia della nostra isola da conoscere. Foto di Pubblico Dominio.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati