Il nome di Salvatore Lupo è molto conosciuto a New Orleans. È stato lui, un immigrato di origini siciliane, a esportare la Muffuletta, facendola diventare uno dei piatti più tipici e iconici della città della Louisiana. Il suo “Muffuletta Sandwich” continua ad essere richiestissimo e conquista tutti i palati grazie a un mix di tradizione e innovazione. La sua ricetta si discosta da quella che mangiamo in Sicilia: all’interno del panino si trova, infatti, una grande quantità di ingredienti come salame, prosciutto, mortadella, provolone, formaggio svizzero e olive. Tra la fine dell’Ottocento e gli inizi del Novecento moltissimi siciliani partirono alla volta di New Orleans, portando con sé usi e costumi che, per certi aspetti, rimangono ancora vivi. Molti di loro si stabilirono nei pressi del quartiere francese, che venne soprannominato “Little Palermo” o “Italian Sector”. Sorsero diverse attività commerciali, come panetterie che servivano un pane di ispirazione siciliana: il “mudduletto”. I panettieri lo vendevano in strada, al grido di “Muffuletto, muffuletto caldo!” e anche ai negozi di alimentari.

Ed è a questo punto che incontriamo la figura di Salvatore Lupo. Lupo aveva aperto il Central Grocery Store, che vide i natali del primo “Muffuletta Sandwich“, nel 1906. Secondo quanto raccontato dalla figlia, Marie Lupo Tusa, gli agricoltori si fermavano nel suo negozio, compravano una muffuletta, salumi olive e formaggi e mangiavano in piedi e appoggiandosi alle ginocchia. Salvatore Lupo, per rendere più facile il loro pasto, decise di mettere tutti quegli ingredienti in un panino. Da allora, la Muffuletta è entrata a far parte della tradizione di New Orleans. Il Central Grocery Store la prepara ancora ed è molto amata da grandi e piccini.

Foto: Central Grocery Store

Articoli correlati