Ecco quali sono i borghi marinari siciliani più belli.

  • Oggi tutti conoscono Màkari, ma la Sicilia è ricca di piccoli borghi sul mare tutti da scoprire.
  • Si tratta di località siciliane per le vacanze che uniscono paesaggi da favola e tradizioni.
  • Ce n’è davvero per tutti i gusti: venite con noi alla scoperta della Sicilia.

Con le sue spiagge da favola e i suoi panorami mozzafiato, la Sicilia è una delle mete più amate dai turisti di tutto il mondo. Se siete alla ricerca di un itinerario di viaggio un po’ più insolito, allora troverete sicuramente utili i consigli che vogliamo darvi oggi. Abbiamo deciso, infatti di partire alla scoperta dei piccoli borghi marinari siciliani più belli. La fiction Màkari ha svelato al grande pubblico tanti gioiellini in provincia di Trapani. Località in cui il tempo scorre lento, dove ci si può soffermare ad ammirare la magia dei tramonti sul mare. In tante province siciliane si possono trovare località con questo fascino. Scopriamole insieme.

  1. Aspra e Santa Flavia (Palermo). Aspra è una borgata marinara che rientra nel territorio di Bagheria: è celebre per il suo lungomare che regala bellissimi tramonti. Proseguendo verso est, si passa da Mongerbino e si raggiunge  raggiunge Porticello (frazione del comune di Santa Flavia). Proprio Santa Flavia è conosciuta come località balneare che si affaccia su uno dei golfi più belli della Sicilia. Presenta molti porticcioli come l’Olivella e Santa Nicolicchia. Santa Flavia offre un’incantevole visuale panoramica dal promontorio di Solunto.
  2. Santa Maria La Scala (Catania). Le casette sul mare, i colori, i tramonti che guardano lontano: tutto lascia immaginare di trovarsi in luoghi in cui il tempo si è fermato. Questa frazione di Acireale si trova sulla costa ionica ai piedi della Timpa, una gigantesca falesia riccamente stratificata. L’abitato, sovrastato dalla falesia, si raccoglie attorno al porticciolo detto Scalo Grande, allungandosi sull’angusto lungomare verso sud dove sorgono alcune interessanti costruzioni per la villeggiatura di fine Ottocento della borghesia acese.
  3. Scopello (Trapani). Questo borgo è immerso in un paesaggio naturale di straordinaria bellezza, con un mare azzurrissimo da cui emergono due iconici faraglioni. Questa incantevole frazione del comune di Castellammare del Golfo è un angolo di Sicilia da cartolina, in cui mangiare un indimenticabile pani cunzatu.
  4. Borgo San Gregorio (Messina). Rientra nel territorio di Capo d’Orlando e deve il nome a Papa Gregorio Magno. Forse non tutti lo sanno, ma la celebre canzone Sapore di Sale di Gino Paoli è stata ispirata proprio da questo incantevole borgo marinaro di pescatori.
  5. Marzamemi (Siracusa). Nel territorio di Pachino, proprio dove si incontrano due mari, sorge questo delizioso borgo marinaro. Un luogo di grande fascino e suggestione, ma anche di cibi prelibati. La storia è indissolubilmente legata alla Tonnara, ma non mancano le attrattive naturalistiche: siamo a due passi dalla riserva di Vendicari. Foto:  Foto di Francesco Orlando.

Articoli correlati