Tradizione siciliana nel piatto.

  • Melanzane a quaglia: trionfo dello street food ma anche pietanza sopraffina.
  • Dalla cucina povera palermitana, un ingegnoso procedimento per fare le melanzane.
  • La peculiarità sta nel modo in cui si tagliano le fette: ecco come si fanno.

La cucina povera siciliana ci ha insegnato che dall’arte di arrangiarsi nascono piatti straordinari. La ricetta che vedremo oggi, in particolare, appartiene alla tradizione palermitana: è una imitazione molto creativa (e molto buona) di piatti più altolocati che la gente meno abbiente non poteva permettersi. Altri esempi della creatività made in Sicily sono, ad esempio, le celebri sarde a beccafico, il cacio all’argentiera, la pasta alla paolina o anche la pasta con le sarde “a mare”. Oggi vogliamo parlarvi di un piatto semplice, ma molto sfizioso: una creazione che non passa inosservata, anzitutto per l’aspetto: le Melanzane a quaglia. Sappiate subito che le quaglie c’entrano solo relativamente.

A rendere particolare questa preparazione è la modalità in cui si taglia la melanzana. Si praticano, infatti, delle file di tagli, lasciando un’estremità “unita”. Così si imitano le piume del celebre uccellino! È una trovata davvero geniale, vero? Le si trova tranquillamente nelle friggitorie, perché stanno benissimo nel panino con panelle e crocchè. Si sposano egregiamente anche per la preparazione di un primo piatto a base di salsa di pomodoro e melanzane (proprio come vedete nella foto). Si possono preparare a fette o lasciando la melanzana intera. Nel procedimento di seguito, la melanzana rimane intera.

Melanzane a quaglia ricetta siciliana

Ingredienti

  • 6 melanzane di forma allungata (la forma contribuisce alla riuscita finale!);
  • Olio extravergine d’oliva;
  • Sale.

Procedimento

  1. Per fare le melanzane a quaglia, dovete anzitutto lavare accuratamente le melanzane e asciugarle.
  2. Eliminate il picciolo e, senza sbucciarle, praticate dei tagli in senso verticale. Fermatevi ad un centimetro dal bordo superiore dove era il picciolo.
  3. Girate le melanzane e praticate gli stessi tagli, in senso perpendicolare ai primi.
  4. Otterrete così dei bastoncini che restino tutti attaccati alla parte superiore.
  5. Cospargete le melanzane con sale e fatele spurgare per almeno mezz’ora.
  6. Sciacquatele con abbondante acqua corrente e asciugatele.
  7. Fate scaldare l’olio d’oliva in un pentolino e, quando questo sarà ben caldo, friggete le melanzane.
  8. Devono essere coperte almeno per metà della loro altezza.
  9. Asciugate su carta assorbente.
  10. Potete anche preparare le melanzane a quaglia semplicemente tagliando le fette e praticando tanti tagli perpendicolari, nel senso della lunghezza.

Buon appetito! – Foto di Luisa Cassarà.

 

Articoli correlati