RestART Palermo: la città riparte dai suoi siti culturali. Dal 3 luglio al 29 agosto 2020 musei, oratori, chiese aprono le porte in notturna e in piena sicurezza.

Fino al 29 agosto, ogni venerdì e sabato si visiteranno alcuni dei luoghi più belli di Palermo, con ingressi contingentati e prenotazione online, scegliendo l’orario tra le 19 e mezzanotte. Il costo del biglietto è di 3 euro per ciascuna visita. Si potranno, ad esempio, visitare i quattro oratori serpottiani – i pizzi di stucco di Santa Cita, la Natività scomparsa di San Lorenzo; San Mercurio, con pan·de·mì·a, videoinstallazione, frutto del lavoro di 15 artisti; e il Santissimo Rosario in San Domenico con la prima rappresentazione di Santa Rosalia di mano di Van Dyck.

Si scopriranno in notturna le tele di Palazzo Abatellis, i reperti del Museo archeologico Salinas, gli stucchi dell’Oratorio dei Bianchi, gli arredi di Palazzo Mirto, le installazioni di Boltanski al Museo Riso, ma anche le collezioni particolari di Villa Zito e Palazzo Branciforte, con gli scaffali malinconici del Monte di Pietà.

Si entrerà fino a mezzanotte nei palchi del Teatro Massimo e si passeggerà tra i ficus dell’Orto Botanico; si scoprirà l’altare del Gagini restituito allo Spasimo, ci si perderà tra i marmi mischi di Santa Caterina e si salirà sulla sua cupola; su quella del Santissimo Salvatore, affacciata sui tetti del Cassaro, e sulla torre di Sant’Antonio Abate, da dove si osserva la Vucciria addormentata.

Una prospettiva inedita anche per la chiesa della Catena, la Gancia, la chiesa di San Matteo, Casa Professa e lo straordinario Archivio Storico. E anche per i siti arabo-normanni, la chiesa di San Giovanni degli Eremiti con le sue cupole.

Saranno organizzati eventi e singoli appuntamenti anche in siti diversi, come la visita guidata con degustazione nei giardini romantici di Villa Tasca, il 18 luglio.

RestART” è frutto della collaborazione tra l’associazione Amici dei Musei Siciliani – che negli anni ha organizzato manifestazioni come Kals’art, Notte dei Musei, Itinerari serpottiani e co-organizzato Le Vie dei Tesori – e Digitrend, azienda specializzata in Digital Transformation che ha sviluppato una piattaforma smart di prenotazione, ticketing ed audio guide (clicca qui per visitare il sito).

RestART – Info Utili

RestART si svolgerà da venerdì 3 luglio a sabato 29 agosto. I siti apriranno straordinariamente in notturna, ogni venerdì e sabato dalle 19 a mezzanotte. Ingressi e prenotazioni su www.restartpalermo.it, scegliendo precisi slot orari, secondo le indicazioni di ciascun sito, in modo da poter garantire un corretto numero di partecipanti e l’osservanza delle norme anticovid (Igienizzazione all’ingresso e mascherine per i visitatori, misurazione della temperatura all’ingressi dei musei).

Il pubblico potrà scaricare tramite App, notizie e curiosità sui luoghi su cellulari e tablet personali, in completa sicurezza.

Ingressi: 3 euro se il biglietto viene acquistato sulla piattaforma online; 4 euro all’ingresso dei siti, nel caso ci fossero ancora posti liberi.

RestART Palermo: i luoghi

  • Chiesa di Santa Caterina
  • Cupola di Santa Caterina
  • Chiesa dello Spasimo (dal 10 luglio)
  • Palazzo Abatellis
  • Palazzo Mirto (dal 10 luglio)
  • Museo Archeologico Salinas
  • RISO – Museo di arte contemporanea
  • Palazzo Branciforte
  • Villa Zito
  • Teatro Massimo (dal 10 luglio)
  • Orto Botanico
  • Oratorio dei Bianchi
  • Chiesa della Catena
  • Chiesa del SS. Salvatore
  • Cupola del SS. Salvatore
  • Chiesa di S. Matteo
  • Torre di S. Antonio
  • Chiesa di Casa Professa (aperta il 3, l’11, il 17 e il 25 luglio; ad agosto, l’8, il 21 e il 29)
  • Archivio Comunale
  • Chiesa della Gancia (aperta il 18 e 31 luglio e 22 agosto)
  • Chiesa di S. Giovanni degli Eremiti
  • Oratorio di S. Lorenzo
  • Oratorio di S. Mercurio
  • Oratorio di S. Cita
  • Oratorio del SS. Rosario in San Domenico

Foto: Edgar Balea Gonzalez

Articoli correlati