In Sicilia alla ricerca del mare più blu.

  • Alla scoperta di Roccalumera, novità delle Bandiere Blu 2021.
  • Visitiamo il Comune in provincia di Messina.
  • Tutto quello che c’è da sapere per organizzare una visita.

Il nostro viaggio alla scoperta della Sicilia ci porta oggi in provincia di Messina, per visitare un Comune che nel 2021 è entrato a fare delle Bandiere Blu, grazie alla qualità del suo mare. La cittadina deve il nome al cognome della famiglia La Rocca, il cui castello sorge a Nizza di Sicilia, e alla contrada “Lumera” o “Alumera”. Stiamo parlando di Roccalumera, una cittadina ricca di storia, con il fascino tipico delle località siciliane sul mare. Una curiosità è che a questi luoghi è legata la figura di Salvatore Quasimodo, premio Nobel per la letteratura nel 1959. Qui nacque ed è sepolta tutta la famiglia del poeta. Quasimodo fu molto legato al paese, in cui trascorse l’infanzia e la giovinezza. Gli dedicò anche diverse poesie, tra cui “Vicino ad una Torre Saracena”.

Cosa vedere a Roccalumera, la spiaggia e le attrattive

Come abbiamo anticipato, la Spiaggia di Roccalumera è una delle new entry delle Bandiere Blu del 2021 in Sicilia. Si tratta di un lungo arenile di ciottoli e ghiaia, frequentato da molti bagnanti. Sorge in un tratto di costa compreso tra Nizza di Sicilia e Furci Siculo, dal quale è diviso dal torrente Pagliara. La cittadina è un grazioso centro balneare, affacciato sullo Jonio. Poco distante troviamo località rinomate come Taormina e Giardini Naxos. Il lungomare è tipico delle località balneari della Sicilia, con alberi e panchine. Ci sono anche lidi, nonché bar e strutture ricettive: tutto ciò che serve per giornate di relax e vacanza.

Lungo la spiaggia, in alcuni tratti, ci sono le barche dei pescatori. I fondali rocciosi, infatti, ospitano una grande varietà di pesci. La spiaggia di Roccalumera è tranquilla: in estate è frequentata da molti turisti che, durante la bella stagione, visitano la riviera jonica. Tra le attrattive della cittadina ci sono la Torre Saracena, che nel passato faceva parte del sistema difensivo costiero: ha la forma cilindrica e ospita alcuni scritti e disegni di Salvatore Quasimodo. Da qui si possono raggiungere facilmente i borghi della Valle d’Agrò, tra cui Savoca, Casalvecchio Siculo e Forza d’Agrò, nonché rinomate località come Letojanni, Taormina e Giardini. Le spiagge più vicine sono quelle di Nizza di Sicilia, Alì Terme, Furci Siculo e Santa Teresa di Riva. Foto: Jerome Bon –  Creative Commons Attribution 2.0 Generic.

Articoli correlati